Serie D – Roccella, disattenzioni fatali

Gara in salita dopo già cinque minuti. E poi arriva anche il rosso a La Piana. Un gol per tempo e il Gragnano fa bottino pieno. Inutile la rete di Franco.

Il Roccella esce sconfitto da una partita tutta in salita, battutto da un volitivo Gragnano sceso sul “Ninetto Muscolo” con il piglio della grandi. Per nulla preoccupati, gli uomini di Ferraro hanno iniziato la gara giocando in attacco, sorprendendo i padroni di casa che non hanno avuto il tempo di rendersi conto del tipo di partita che gli attendeva che subito passavano in svantaggio. Sbagliato l’approccio alla gara da parte degli uomini di Galati che, come distratti, si sono fatti inferire nei primissimi minuti dei due tempi di gara, Se sul primo gol può passare la distrazione a centrocampo di Coluccio e compagni, così non è per la seconda marcatura ospite dal momento che la difesa roccellese è rimasta immobile a guardare la giocata degli avversari. Il primo gol ha trovato la difesa roccellese scoperta sulla sua sinistra, dove ricevuta la palla a centrocampo, si invola Varsi che appena giunto al limite dell’area di rigore pennellava un cross per Santaniello che, superato l’avversario di turno, rimetteva al centro area un pallone non irresistibile ma sul quale nessuno dei difensori riusciva ad intervenire. Gioco facile per capitan Martone correggere, in corsa, di sinistro di porta.

Certo, il Gragnano è una formazione a trazione anteriore, dove Varsi e Santaniello fanno la differenza, ma proprio per questo i padroni di casa dovevano essere più attenti e serrare le fila. Viceversa hanno dato il vantaggio agli ospiti di giocare quasi liberi da marcatura mentre si involavano verso la porta, avversaria. Poi l’espulsione di La Piana, decretata con molta precipitazione dall’arbitro causa un fallo dell’attaccante elevatosi con le braccia larghe e minacciose. Entrata scomposta, quella di La Piana, proprio immediatamente l’accenno di rissa susseguente ad un fallo ai danni di Laaribi. L’arbitro, per poi sedare gli animi, ha espulso l’attaccante, al primo fall. Espulsione che ha pesantemente inciso sull’economia del gioco dei padroni di casa. I quali, tuttavia, grazie ad una superba giocata di Franco al 37′ pt agguantavano il pareggio. Lancio a seguire di Minici per il centravanti che appena giunto al limite dell’ area avversaria lasciava partire un fendente di sinistro, che andava ad insaccarsi a fil di palo sulla sinistra del portiere ospite.

Il Roccella, quindi, ha giocato una gara in salita e seppure in inferiorità numerica e penalizzato anche dall’infortunio accorso a capitan Coluccio, non ha demeritato espondendosi, però, al contropiede avversario. Il vano forcing finale rende tuttavia merito ad una formazionme che non ha mollato sino alla fine.

La sconfitta pattita dagli uomini di Galati sminuisce il momento di iniziale euforia, quando, prima che iniziasse la gara, il presidente Agostino premiava Momo Laaribi con una targa ricordo e la maglietta storia per la sua 150° gara ufficiale con la casacca amaranto.

ROCCELLA-GRAGNANO 1-2

Roccella: Mittica, Cordona, Brunetti (30′ st Femia), Librizzi, Minici, Coluccio (4′ st Sorrentino), LaPiana, DeCarlo (17′ st Sendin), Franco, Laaribi, Rodiguez. Allenatore: Galati

Gragnano: Ferrara, Esposito, Panico, Tarascio, Baricato, Vadero, La Monica, Martone, Del Sorbo, Varsi (30 st Kprimate), Santariello. Allenatore: Ferraro

ARBITRO: Cusano di Chiasso

MARCATORI; 5′ pt Santaniello (G), 37′ pt Franco (R), 5′ st Martone (G).

NOTE: Spettatori 450 circa, espulsi: La Piana (R), ammoniti Laaribi, Librizzi(R)




'
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.