LOCRI, PROTESTANO GLI STUDENTI: ‘GIU’ LE MANI DALLA SCUOLA’

Circa 300 studenti iscritti al Liceo Classico e all’Istituto d’Arte di Locri hanno protestato stamane riunendosi in corteo e marciando per le strade cittadine fino a raggiungere il Tribunale Civile. Chiedono risposte e certezze stanchi di promesse disattese e di dover rivendicare ciò che per legge dovrebbe esser loro garantito. Una protesta che, è stato annunciato, si ripeterà anche domattina.
I due immobili che ospitano l’Istituto statale d’arte e l’Istituto professionale statale per l’industria e l’artigianato, frequentati da circa 800 studenti, lo ricordiamo, sono stati sequestrati perché “totalmente abusivi” nell’ambito dell’operazione denominata “Euroscuola” condotta dai carabinieri del Gruppo di Locri solo pochi giorni fa. militari hanno anche eseguito 15 provvedimenti restrittivi, arresti e altre misure cautelari, su ordine della Dda di Reggio Calabria, accusate di truffa, abuso d’ufficio e frode nelle pubbliche forniture.
Non solo studenti, ma anche numerosi docenti e genitori hanno voluto oggi far sentire la propria voce.
Armati di striscioni e cartelli hanno, infatti, chiesto pacificamente agli enti preposti di intervenire. Un concetto che è stato perfettamente espresso ai nostri microfoni anche da Mario Boccucci rappresentante d’Istituto del Liceo Ivo Oliveti. Intanto proprio ieri si è tenuto in Prefettura a Reggio Calabria un vertice per analizzare la situazione e tentare di individuare una possibile soluzione all’emergenza scolastica in atto. Tuttavia, sembrerebbe che nessuna buona nuova sia emersa.

INTERVISTA ALL’INTERNO DI TG NEWS

ALESSANDRA BEVILACQUA




  • antonio amato

    NEL 2005 ERA STATO INDETTO DALLA PROVINCIA UN CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE A LOCRI DELLA ” CITTADELLA SCOLASTICA DELLA LOCRIDE”. IL CONCORSO FU VINTO DALL’ARCH. MARIO BOTTA. NULLA FU FATTO.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.