W IL TURISMO VERDE

SIDERNO – Si è tenuto presso la sala del consiglio comunale di Siderno un convegno organizzato dal Gal Terre Locridee sul tema ” Turismo verde – L’economia sotto i piedi”. E’ stato il primo organizzato dalla nuova struttura adesso guidata dal presidente Francesco Macri’, già sindaco di Locri. E’ stato lo stesso Macri’ ad aprire i lavori del convegno lasciando poi la parola a Sarà Borello, vice capitano dello Sporting Locri, che ha voluto ringraziato il Presidente del Gal per aver organizzato un evento finalizzato a coinvolgere tutta la cittadinanza locridea per prendere parte ai lavori per la realizzazione di un cammino condiviso. Il tema all’ordine del giorno è stato illustrato dal direttore della rivista Trekking e Vice Presidente Nazionale Feder Trek, Italo Clementi, che ha indicato la Calabria come la migliore Regione d’Italia in cui fare trekking e ha spronato il Gal affinché collabori con gli enti turistici per sviluppare il grande potenziale che la Regione possiede in questo particolare ambito. Ha poi chiuso l’intervento affermando che «In Calabria il cammino diventa viaggio e chi cammina è un viaggiatore». Hanno, quindi, preso la parola il Presidente della F.I.S.E. Calabria Roberto Cardona che ha invece presentato una proposta progettuale tendente alla creazione di una rete sentieristica; una ippovia che si snoda lungo tutta la Calabria, “per ritrovare l’atavico legame che l’uomo dovrebbe possedere con la natura”. Si è, poi, aperto un breve dibattito con interventi da parte dei cittadini presenti prima delle conclusioni lasciate al Presidente dell’ Ente Parco d’Aspromonte Giuseppe Bombino. Questi in premessa ha fortemente evidenziato la bellezza della nostra terra sottolineando l’importanza della salvaguardia del suo patrimonio naturalistico e chiamando in causa la necessità dell’impegno, in questa direzione, delle associazioni e dei giovani. Ha concluso il suo intervento affermando che la Calabria non deve essere solo terra di turismo. Anzi provocatoriamente ha detto «I turisti vadano a Rimini. La Calabria deve ospitare esploratori e intellettuali intenzionati a conoscere davvero una terra meravigliosa». Prima dello sciogliete le righe il Presidente del Gal Francesco Macrì ha invitato i presenti a seguire da vicino e prendere parte attiva ai lavori che il GAL Terre Locridee andrà a percorrere nell’immediato futuro stimolando un cammino fatto di proposte progettuali concrete basate sulle reali peculiarità del territorio. Del Gal terre Locridee fanno parte i Comuni di Antonimina, Ardore, Benestare, Bianco, Bivongi, Camini, Caraffa del Bianco, Careri, Casignana, Ciminà, Gerace, Gioioisa Jonica, Grotteria, Locri, Martone, Monasterace, Pazzano , Placanica, Portigliola, Roccella Jonica, Sant’ Agata del Bianco, Sant’Ilario dello Ionio, Siderno, Stignano, Stilo. Unitamente a questi Comuni, fanno parte del Gal anche 9 associazioni e 44 aziende. Obiettivo principale del Gal è una valorizzazione dell’ intero comprensorio.

Aristide Bava




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.