ARRIVANO 10 MILIONI PER LE STRADE DEL PARCO NAZIONALE DELL’ASPROMONTE

Dieci milioni di euro per la viabilità sostenibile nel Parco Nazionale dell’Aspromonte in Calabria. La cifra è stata destinata per avviare un piano straordinario di riqualificazione della percorribilità interna e assicurare la fruizione e l’interconnessione dei 37 Comuni ricadenti nell’area protetta del Parco. I dettagli sono stati illustrati  nel corso di una conferenza stampa a Reggio Calabria dal presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino, dal direttore Sergio Tralongo e dal presidente della Comunità del Parco, Giuseppe Zampogna.“In risposta alle costanti sollecitazioni provenienti dalla comunità aspromontana e dal tessuto socio-economico ed in particolare dagli operatori nel settore turistico – ha affermato Bombino – il Parco ha inteso affrontare la rilevante questione della scarsa e insicura accessibilità alle aree interne, interpretando il sentimento metropolitano e accorciando le distanze tra istituzioni e cittadini”. “Sin dai primi momenti successivi al nostro insediamento – ha aggiunto il presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte – abbiamo cercato di individuare ogni possibile soluzione per ridurre l’isolamento delle nostre aree interne ed accompagnare processi di sviluppo orientati alla sostenibilità”.“Va sottolineato che i lavori saranno svolti all’interno di un’area protetta con il ripristino di strade già esistenti. Saranno utilizzati sistemi altamente ecosostenibili, con un riordino idrogeologico che punti non solo alla prevenzione degli incendi ed altri pericoli – ha concluso Bombino – ma anche alla valorizzazione in chiave turistica dell’area del Parco”.Il finanziamento ammesso al Piano Operativo Ambiente FSC 2014-2020, coniuga l’esigenza di garantire i servizi ecosistemici dell’area protetta (quali la tutela di habitat e specie attraverso il presidio del territorio, la diminuzione dei rischi incendi, la tutela idraulica e idrogeologica perseguita con la risistemazione dei versanti e la corretta regimazione delle acque, l’eliminazione delle specie aliene/invasive) con quella di assicurare la fruizione e l’interconnessione tra i Comuni del Parco, superando, in tal modo, la specificità delle proprie competenze. Saranno complessivamente 14 le strade comunali e intercomunali, più altri tracciati funzionali, oggetto degli interventi previsti dai finanziamenti, con un cronoprogramma che prevede l’avvio dei lavori entro quest’anno per concludersi nel 2021. Priorità assoluta è stata data alla strada intercomunale che collega Fragolara-Montalto (RC) al santuario mariano di Polsi (RC), visitato annualmente da migliaia di fedeli e pellegrini.




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.