Bovalino, lavori al cimitero: l’ing. Guerrisi chiede una precisazione alla nostra testata

In piena osservanza della legge, per come previsto dal’art.8 della legge n.47/1948 pubblichiamo quanto ci viene chiesto a titolo di rettifica dall’avvocato difensore dell’Ing. Francesco Guerrisi in relazione al nostro articolo pubblicato in data 17 Maggio 2017 . Facendo presente che quanto pubblicato in precedenza si riferisce all’AVVISO AGLI INDAGATI DELLA CONCLUSIONE DELLE INDAGINI PRELIMINARI art. 415 bis c.p.p.  emesso dal Pubblico Ministero dott. Ezio Arcadi, Sost. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Locri, nel quale Guerrisi Francesco risulta indagato come specificato al capo E   110-640 cpv. c.p. per avere, in concorso, nella qualità per ciascuno sopra specificata, ricorrendo agli artifici e ai raggiri meglio descritti ai capi che precedono nonché al capo F-, e inoltre mancando i vari R.u.p. (succedutisi nei compiti di vigilanza e approvazione nei vari momenti dell’appalto) di rilevare che i lavori venivano eseguiti in corso d’opera dall’Impresa affidataria (e dal subappaltatore) in totale difformità rispetto agli elaborati di progetto sia dal punto di vista della qualità dei materiali impiegati, sia sotto il profilo delle variazioni planimetriche ed altimetriche (v. foll. 4 e 5 della c.t. dep. 13.04.017), indotto in errore il Comune di Bovalino, con ingiusto profitto delle Imprese esecutrici ( cui veniva riconosciuto il prezzo di opere profondamente diverse da quelle dedotte in contratto) e corrispondente danno dell’Ente pubblico.

Il sottoscritto Avv. Valentina Guerrisi del Foro di Roma, in qualità di difensore di fiducia dell’Ing. Francesco Guerrisi, in relazione alla notizia pubblicata in data 17 maggio 2017 nella sezione Cronaca del vostro portale on line, raggiungibile all’indirizzo www.telemia.it, dal titolo “Bovalino, lavori al cimitero: 8 avvisi di conclusione indagini preliminari”, con la presente chiede che ai sensi dell’art. 8 della Legge 47/1948, venga pubblicato il seguente comunicato:

“Da ben 13 anni non svolgo più alcuna funzione per il Comune di Bovalino, avendo cessato il mio incarico di Responsabile dell’Area Tecnica in data 21 agosto 2004. I fatti si riferiscono ad opere eseguite negli anni 2008 -2010. Lascio a Telemia la responsabilità per la pubblicazione di notizie relative a fatti non verificati.”

Ai sensi della norma citata si chiede che la pubblicazione della dichiarazione a rettifica venga fatta entro 48 ore dal ricevimento della presente e con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferisce. Con espressa riserva di agire nelle competenti sedi per ogni azione opportuna.

Distinti saluti   Avv. Valentina Guerrisi

 

 




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.