A Mammola le gare finali della “XXVII Olimpiade dei giochi logici linguistici matematici”.

Anche quest’anno la scuola di Mammola è stata individuata come polo per le gare finali della “XXVII Olimpiade dei giochi logici linguistici matematici”. L’edificio scolastico di Piazza Magenta lo scorso sabato ha ospitato, insieme ad altre 17 sedi scolastiche regionali e provinciali di tutta Italia, l’ultima gara dei giochi logico-matematici, organizzata dall’associazione “Gioiamathesis”. Le olimpiadi di “Gioiamathesis” sono state istituite nel 1990 per favorire, attraverso l’organizzazione di gare e una sana competizione tra discenti, l’apprendimento della matematica. L’evento è stato rivolto a studenti di età compresa tra i 5 e i 19 anni, divisi per fasce di livello in competizioni incentrate sull’analisi di situazioni problematiche non convenzionali e sulla capacità di individuare adeguate strategie risolutive. Dal 2009 l’associazione (il cui scopo promuovere iniziative finalizzate al miglioramento dell’insegnamento delle discipline scientifiche e in particolare della matematica), è stata accreditata dal Miur, tra gli enti per la valorizzazione delle eccellenze. La stessa può inoltre contare sul patrocinio del Politecnico e dell’Università di Bari.

In tutto sono stati 362 gli alunni e gli studenti provenienti da diverse scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, che hanno svolto a Mammola la prova finale dell’importante gara. Di essi ben 106 frequentano le sedi scolastiche di Mammola e Marina di Gioiosa Ionica, mentre gli altri sono arrivati da Curinga, Martelletto Squillace e Tiriolo, (in provincia di Catanzaro), Santa Sofia D’Epiro (in provincia di Cosenza) e dall’Istituto Giovanni XXII di Crotone. Nella scuola di Piazza Magenta gli studenti, di età compresa tra i 5 e i 13 anni, hanno affrontato, in due turni e sotto la supervisione dei docenti in servizio, l’ultima tappa di un percorso iniziato lo scorso febbraio con una prima selezione nelle scuole di appartenenza. Soddisfatto della perfetta riuscita dell’iniziativa si è dichiarato il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Marina di Gioiosa Jonica–Mammola”, Maddalena Laganà, che ha affermato: «Anche quest’anno la nostra scuola è riuscita a ospitare un gran numero di studenti per le gare finali di questa “olimpiade”. Si tratta di test non facili, che, garantiscono al giovane studente un’esperienza educativa e formativa di indubbio rilievo, attraverso l’applicazione dei principi logici a situazioni problematiche e non convenzionali. Voglio ringraziare – ha concluso la Laganà – per l’impegno profuso nella preparazione di questo importante appuntamento le due docenti referenti, Maria Teresa Tredici e Rossella Futia, il mio collaboratore, il professore Michele Furfaro, i collaboratori scolastici, Antonio Mulè e Luigi Cutrì, i docenti vigilanti, l’assistente amministrativo, Salvatore Napoli, i Comuni di Mammola e Marina di Gioiosa Jonica per la messa a disposizione degli scuolabus, la Polizia Municipale di Mammola per il servizio d’ordine, i genitori degli alunni che hanno partecipato all’olimpiade e tutti coloro che, a vari livelli, hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa concorsuale».




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.