Roccella Jonica: Il castello a tinte Blu per festeggiare le bandiere della FEE. Una festa che ha portato sulla “rupe” centinaia di giovani.

 Roccella Jonica e la locride stanotte hanno salutato il mese di Luglio con tinte Blu. Nella suggestiva e straordinaria cornice del Castello Carafa è stata in scena “La Notte Blu” di Roccella Jonica. Una manifestazione organizzata dalla Pro Loco “Roccella & Sviluppo” per celebrare e festeggiare i due importanti riconoscimenti assegnati al Comune roccellese: la 15° bandiera Blu della FEE e la Bandiera Blu 2017 degli approdi. L’edizione 2017 della Bandiera Blu, ha confermato il comune di Roccella Jonica tra le 5 comuni calabresi che continuano a godere dell’autorevole riconoscimento assegnato dal Fondo per l’educazione ambientale, alle località turistiche balneari e agli approdi turistici d’eccellenza. Il comune rivierasco della Locride è stato, infatti, nuovamente premiato con il famoso vessillo blu. Ma non solo. La grande novità di quest’anno, infatti, è stata rappresentata dall’ottenimento della Bandiera Blu 2017 degli approdi per il Porto delle Grazie, unico porto turistico in Calabria ad avere questa straordinaria attestazione. Un festa questa della NOTTE BLU voluta fortemente dalla Pro loco e dall’associazione “Giovani per Roccella”, col patrocinio del Comune e con la collaborazione del Porto delle Grazie, che ha voluto “tinteggiare” il Castello Carafa di mille colori, con straordinari effetti mapping che hanno reso ancora più suggestivo un monumento, testimone di storia e cultura, anche ma anche sconosciuto a molti giovani. Un’occasione per incorniciare la rocca e renderla fruibile ad un pubblico che difficilmente sarebbe andato a visitarla. “La Notte Blu” è iniziata alle ore 22:00 con il live music di Armando Quattrone, un giovane della locride, che ha conseguito grandi successi musicali in Germania, dove vive, che è riuscito a travolgere i giovani in cravatta Blu con i ritmi anni 60 e 70 inserendo anche proprie produzioni originali. La lunga notte è proseguita con DJ set, tanti giovani e non solo, immersi in una miriade di onde sonore echeggianti che hanno squarciato il silenzio della notte e i colori che hanno rivestito il grigiore della rupe. Un’occasione unica che ha reso Roccella, stranamente, protagonista anche di notte.

Giuseppe Mazzaferro |redazione@telemia.it

servizio video ed interviste nel TG NEWS




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.