MEGLIO SE NON CI FOSSERO I POETI!

di Franco Blefari

Meglio se non ci fossero i poeti,
con quelle facce di chi ha perso il treno,
che sparlando di voi sparano peti,
però della politica veleno.

Meglio se non ci fossero i poeti,
che spesso noi prendiamo per tamarri.
o come i contadini, analfabeti,
che non sono legati a…certi carri….

Un buon poeta sa suonare bene,
anche senza batacchio, la campana;
non gli rivolta il sangue nelle vene,

( avvezzo al male già dalla mammana),
osannare il partito a cui appartiene
e i leccaculo della carovana.




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.