CARABINIERI GRUPPO DI LOCRI. CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ: CONTINUANO I SERVIZI PER LA RICERCA DI ARMI E DROGA. UN ARRESTO AD ANTONIMINA.

470

 

Continuano senza sosta i servizi di controllo straordinario del territorio disposti da Gruppo Carabinieri di Locri, finalizzati alla repressione dei reati attinenti le armi e gli stupefacenti, effettuati con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri “Cacciatori” di Vibo Valentia.

Anche ieri, i militari dell’Arma, sono stati impiegati in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi. In tale ambito, sono stati eseguiti controlli e perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di pregiudicati inseriti nelle locali cosche di ‘ndrangheta, nonché numerosissimi rastrellamenti in aree “sensibili” dell’intero comprensorio locrideo.

RESISTENZA LUIGI

All’esito di tale mirata attività i Carabinieri della Compagnia di Locri hanno tratto in arresto RESISTENZA FEMIA Luigi, 68enne del posto, colto in flagranza di detenzione illegale di arma clandestina e ricettazione.

Lo stesso, nel corso di una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione è stato trovato in possesso di una carabina Diana, alterata e senza matricola, in ottimo stato di conservazione.

L’arma rinvenuta è stata sottoposto a sequestro mentre l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Locri come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri della Stazione di Careri hanno tratto in arresto SGAMBELLONE Pasquale, 37enne del posto, in quanto destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri.

L’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione dove dovrà scontare una condanna di 1 anno e 2 mesi di reclusione in quanto riconosciuto colpevole di detenzione e porto illegale di armi.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.