ELEZIONI, JOLE SANTELLI: ‘L’ANTIMAFIA CONTROLLI LE LISTE’

240

Ormai è risaputo: sono state fissate per il 5 di giugno le elezioni per il rinnovo dei consigli comunali. Turno per eventuali ballottaggi il 19 giugno. In Calabria si voterà anche in due capoluoghi di provincia, ovvero Cosenza e Crotone, ma anche in molti grossi centri come Rossano. Nella nostra regione, a causa dell’altissimo numero di comuni sciolti per infiltrazioni mafiose, in queste ore è rovente il tema della “pulizia” delle liste. Tema, come dicevamo, di forte attualità e su cui è intervenuta anche la deputata di Forza Italia Jole Santelli. La coordinatrice regionale del partito in Calabria ha scritto, infatti, una lettera alla presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi. “Tra pochi giorni saranno depositate le liste per le elezioni comunali di Cosenza e Crotone e di altri centri in Calabria, si legge, Forza Italia, della quale mi onoro essere la coordinatrice regionale, sarà in campo regolarmente con il proprio simbolo o, in alcune città, con simboli civici, scelta assai diffusa nelle competizioni amministrative. Ritengo importante che il lavoro certosino sulla trasparenza che il mio partito e i candidati a sindaci stanno portando avanti da mesi possa essere legittimato da una valutazione della Commissione che ella presiede. Cioò, soprattutto, aggiunge, per avere un’importante garanzia di legittimità relativa alla designazione di persone che, a un’attenta e ripetuta analisi, non presentano alcuna correlazione con gruppi afferenti alla criminalitò organizzata”. “. La deputata continua poi la sua missiva evidenziando come sia altrettanto indispensabile che “la contestualità di città di piccole dimensioni” determini involontari assorbimenti di candidati per alcuni versi riconducibili a settori che la vita politica deve espellere senza alcuna timidezza. “Sarebbe importante , a mio avviso, conlcude la Santelli, che la Commissione potesse fare una valutazione totale di tutte le candidature a consigliere che saranno formalizzate, almeno nei capoluoghi di provincia in Calabria, anche al fine di sostenere quei partiti politici intenzionati realmente a sbarrare la strada a ogni possibile tipo di inquinamento, in questa delicata e fondamentale battaglia”. Infine un auspicio: “sono certa, riferisce la coordinatrice, che la Commissione saprà aderire a questa richiesta ritenendola compatibile con la necessità di collaborazione preventiva, indispensabile per poter fare affermare i valori cristallini della democrazia partecipata”.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.