Platì: rinvenuto un bunker, i dettagli

303

Continuano le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri della Locride, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori di Vibo Valentia, per il contrasto alla criminalità organizzata e alla ricerca di latitanti.

In tale contesto i Carabinieri hanno eseguito controlli e perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di pregiudicati inseriti nelle locali cosche di ‘ndrangheta dio Platì.

A seguito di tali servizi, i Carabinieri della Stazione di Platì, hanno denunciato B.D., 59enne del posto, per “abusivismo edilizio”.

Presso la sua abitazione, nel corso di una perquisizione domiciliare, è stato rinvenuto nella cantina ubicata al piano terra, un locale tipo bunker, di 1,50 metri di lunghezza e 1,80 metri di larghezza, il cui accesso, occultato, era consentito mediante lo scorrimento sui binari in ferro di un blocco di cemento, azionabile a mano.

Il locale è stato sottoposto a sequestro.

L’importante rinvenimento, conferma l’efficace capacità di repressione e prevenzione posta in essere dai Carabinieri della locride nel contrastare ed infrenare le consorterie mafiose locali.

 

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.