SIDERNO: LE ACROBAZIE GESTIONALI DELL’AMMINISTRAZIONE

129

In redazione ci giunge una missiva dell’avv. Giuseppe Caruso, già candidato a sindaco a Siderno, che pubblichiamo integralmente:

Egr. Direttore,

le acrobazie gestionali dell’Amministrazione hanno portato al concreto risultato che per tutto il 2016 pagheremo il costo di un servizio, la raccolta differenziata, che se va bene inizierà dopo l’estate. Costo che fra l’altro sarà superiore al precedente, sia pure di poco. Quindi pagheremo di più pur avendo di meno.

Sempre con grande equilibrismo si è prima portata in consiglio una variante al piano regolatore che poi è stata ritirata dall’ordine del giorno per maggiori approfondimenti. Ma perché portarla allora? Sorge il legittimo sospetto che dietro questo andirivieni vi siano vicende poco chiare e certamente il comportamento  tenuto in occasione del consiglio alimenta i dubbi.

Ancora camminando su una corda tesa, si è informato il Consiglio che per intraprendere un giudizio per il recupero di poco meno due milioni di euro si è atteso da settembre ad aprile. Si, perché dal numero di ruolo del procedimento fornito dal Sig. Sindaco, si risale alla data di presentazione del ricorso che è il 22 aprile scorso. Vi è da chiedersi come mai di tanta attesa ma il dubbio difficilmente verrà svelato.

Vi è del marcio in Danimarca?

Pensare male è peccato, diceva Andreotti, ma alle volte …..

Unica nota positiva è che il Sindaco e l’amministrazione tutta, su sollecitazioni avute da varie parti in una discussione aperta, hanno cambiato rotta sul tema del bio digestore e ieri, con grande soddisfazione mia personale e, credo, di tutti,  si è approvato un documento in consiglio che esclude per il futuro la collocazione sul territorio comunale di quell’infernale marchingegno.

Bene. Una volta tanto un plauso va a questa amministrazione che, partita male sul tema, con un imperioso scatto di reni ha saputo risollevarsi e tornare sulla retta via.

Una considerazione finale: ricordano i nostri amministratori che l’estate è alle porte e che nulla è stato programmato a tal fine?  Pochissimi, è vero, sono i turisti ma si farà qualcosa per incrementarne il numero o continueremo a morire d’inedia, come purtroppo temo?

Giuseppe Caruso

VOLO

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.