Mer. Apr 21st, 2021

Tifa Castrovillari e segue il caso-Luzzese (attesa oggi la decisione). La formazione crede nel meritato “salto” in Eccellenza.

Il calcio dilettantistico calabrese, nonostante abbia già emesso quasi tutti i verdetti della stagione, è ancora in fermento perché ne rimane ancora uno da seguire con entusiasmo e il massimo coinvolgimento: il camminio del Castrovillari nei playoff nazionali di Eccellenza.

Un salto in serie D della formazione rossonera, oltre a far gioire i tifosi del Pollino, farebbe tantissimo piacere ai biancazzurri del Siderno che dopo aver perso lo spareggio di Promozione con la Luzzese, attendono con ansia che si liberi un posto per poter avvicinarsi meritatamente all’Eccellenza.

Tuttavia, bisogna chiarire che se il Castrovillari dovesse farcela a conquistare la serie D, la promozione del Siderno non sarebbe automatica ma dovrà passare attraverso la graduatoria dei ripescaggi dove, comunque, avrebbe priorità. Per una società dalla storia importante come il Siderno, quello che continua è la sostanza, ovvero la possibilità di ritornare nel massimo torneo dilettantistico.

Un passaggio di categoria della squadra jonica metterebbe subito in moto anche la macchina delle ammissioni alla Promozione con le vincenti i playoff dei gironi di Prima Categoria – che hanno partecipato (perdendo) agli spareggi nazionali – che tornerebbero in lizza. Il riferimento è all’Atletico Maida e al Casabona. Ma anche ha partecipato alla post season avrebbe diritto a competere per l’eventuale posto, presentando domanda di ripescaggio.

Il caso Luzzese

In questo finale di stagione a tenere, comunque, alta la tensione e l’attenzione è anche la vicenda che riguarda la Luzzese del presidente Mirabelli che ha ereditato un questione spinosa dalla gestione Lirangi. La neopromossa in Eccellenza, infatti, è chiamata a rispondere “per la violazione dei doveri di osservanza della norme e degli atti federali, nonchè dei principi di lealtà, correttezza e probabilità” a seguito della decisione del Colleggio Arbitrale che condannava la società cosentina a corrispondere all’ ex allenatore Francesco Sbano le spettanze per la stagione 2012-2013 (totale di 3.121 euro). All’epoca dei fatti la Luzzese aveva inviato al Comitato Regionale della Figc Calabria una dichiarazione liberatoria risultata “apocrifa”, nendo così una iscrizione al campionato di Promozione appena concluso per cui non aveva titolo.

A inizio settimana è stato discusso il procedimento disciplinare e nella tarda mattinata odierna, con molta probabilità, dovrebbe avvenire la pubblicazione del comunicato ufficiale con la decisione, Negli ambienti del calcio dilettantistico calabrese si fanno molte ipotesi sull’esito: si passa dalla retrocessione all’ultimo posto, che di fatto vedrebbe subito promosso il Siderno, sino ad una forte penalizzazione da scontare nel prossimo campionato di Eccellenza.

(fonte Gazzetta del Sud)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.