GIANNI PITTELLA IN VISITA ALLA “VALLE DEL MARRO”

302

“Serve un maggiore sforzo delle Istituzioni, territoriali, nazionali ed europee, a sostegno dell’importante opera svolta dalle Cooperative sociali  che gestiscono i beni confiscati alle mafie”. Lo ha dichiarato il Presidente del gruppo Socialisti e Democratici presso il Parlamento europeo on. Gianni Pittella a margine della visita di questa mattina alla cooperativa “Valle del Marro” di Polistena.
“Sono qui con il Vice Presidente del Consiglio regionale Francesco D’Agostino e gli amici di LabDem – ha proseguito Pittella – per verificare sul campo la gestione dei beni confiscati da parte di “Valle del Marro” e di “Libera”, e a riguardo voglio fare un plauso al lavoro caparbio e coraggioso di don Pino Demasi, impegnato in prima linea nella battaglia per la legalità. Quello della gestione dei beni confiscati è un tema a cui tengo molto, e che non a caso ho inserito nel mio libro “Scusate il ritardo” tra le undici misure per il rilancio reale del  Mezzogiorno. Se vinciamo la sfida dimostriamo, anzi tutto, che la mafia può essere sconfitta  e, ancora, che i beni sottratti alla criminalità possono tornare nel sistema della legalità per creare nuove opportunità e nuova ricchezza per i cittadini. Ma, per raggiungere a pieno il risultato, serviranno maggiore solidarietà e maggiore sostegno da parte delle Istituzioni”.
Per l’on. Gianni Pittella, in questo senso “Permane un problema a livello di territorio, così come negli ambiti nazionale ed europeo.  A partire dagli strumenti comunitari che vedono le cooperative sociali svantaggiate rispetto ai Programmi operativi di sviluppo messi in campo dall’Europa. Sollevero’ il problema a Roma e Bruxelles, e già questo pomeriggio ne parlerò con il Presidente Mario Oliverio a Catanzaro. Dobbiamo mettere a sistema il patrimonio tolto alle mafie affidandolo a chi sa gestirlo”.
Nel corso dell’odierna visita istituzionale in Calabria, l’on. Gianni Pittella ha fatto tappa a Vibo Valentia, dove è stato  insignito del prestigioso premio “Filangieri”, consegnatogli per l’importante impegno profuso sul tema dei migranti nel solco della migliore cooperazione europea.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.