LOCRI: CHIESTI 250 ANNI DI CARCERE NEL PROCESSO ‘RECUPERO – BENE COMUNE’

351

250 anni di carcere è quanto chiesto dal sostituto procuratore generale Santo Melidona al termine della sua requisitoria nell’ambito del processo d’appello “Recupero- Bene comune”. Il maxi processo contro la cosca Commisso di Siderno scaturito dall’operazione condotta dalla Polizia di Stato denominata Bene Comune-Recupero” che a fine 2010 spedì in cella decine di presunti affiliati ad una delle più potenti cosce di ‘ndrangheta. L’accusa in aula ha chiesto la condanna anche per tre imputati che erano stati, invece, assolti in primo grado. Il pg ha invocato la conferma a 12 anni di reclusione per l’ex sindaco di Siderno Alessandro Figliomeni accusato di associazione mafiosa.
10 anni di carcere sono stati chiesti, inoltre, per Massimo Pellegrino, Vincenzo Salerno e Francesco Figliomeni. Per Cosimo Ascioti è stato chiesto un aumento di pena di 6 mesi per un totale di 14 anni di carcere. Il sostituto procuratore ha avanzato anche alcune richieste di assoluzione dall’accusa di ricettazione: per Michele Sorbora, Cosimo Ascioti, Vincenzo Commisso e Antonio Commisso. In aula, ieri, anche gli avvocati delle parti civili: Regione Calabria, Provincia e Comune di Siderno. La difesa, stando a quanto stabilito, sarà in aula il prossimo 8 di giugno.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.