Dom. Feb 28th, 2021

I “BASCHI VERDI” DEL GRUPPO DELLA GUARDIA DI FINANZA DI LAMEZIA TERME
HANNO ESEGUITO NEI GIORNI SCORSI UNA SERIE DI CONTROLLI NEI CONFRONTI
DI RIVENDITE DI TABACCHI, AL FINE DI VERIFICARE L’EFFETTIVA OSSERVANZA
DEL DIVIETO DI VENDITA AI MINORENNI.
L’AZIONE SI È PRINCIPALMENTE INCENTRATA SULLE RIVENDITE POSTE NELLE
VICINANZE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI E DEI LUOGHI PARTICOLARMENTE
FREQUENTATI DA GIOVANI ED HA PERMESSO DI INDIVIDUARE CINQUE TABACCAI
CHE, NON CURANTI DEL DIVIETO IMPOSTO DALLA LEGGE, VENDEVANO ALCUNI
PACCHETTI DI SIGARETTE AD ALTRETTANTI MINORENNI.
LA LEGGE, È BENE RICORDARE, IMPONE, IN CASO DI DUBBIO SULL’ETÀ
DELL’ACQUIRENTE, CHE IL RIVENDITORE POSSA ANCHE RICHIEDERE
L’ESIBIZIONE DI UN DOCUMENTO D’IDENTITÀ, SITUAZIONE CHE, NEI CASI
SANZIONATI, NON SI E’ VERIFICATA.
I TABACCAI, PERTANTO, IN BASE A QUANTO PREVISTO DALLA NORMA DI LEGGE,
DOVRANNO PAGARE UNA SOSTANZIOSA SANZIONE AMMINISTRATIVA
PECUNIARIA CHE VARIA DA EURO 500 A EURO 3000 NONCHÈ LA SOSPENSIONE
DELLA LORO LICENZA COMMERCIALE PER 15 GIORNI. NEL CASO DI ULTERIORE
REITERAZIONE DELL’ILLECITO COMPORTAMENTO È PREVISTA, OLTRE
ALL’AUMENTO DELLA SANZIONE PECUNIARIA, LA REVOCA DELLA LICENZA.
L’ATTIVITÀ SI INSERISCE NEL PIÙ AMPIO CONTESTO DELL’AZIONE SVOLTA DALLA
GUARDIA DI FINANZA A TUTELA NON SOLO DELL’ECONOMIA E DEL MERCATO, MA
ANCHE E SOPRATTUTTO, QUESTA VOLTA, DELLA SALUTE DEI MINORI DI ETÀ,
CON PARTICOLARE RIFERIMENTO NELLE VICINANZE DI ISTITUTI SCOLASTICI.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.