Promozione-gir.B: il Siderno batte 2-1 il Soriano nella finale play-off ed ora sogna “l’Eccellenza”

279

Siderno- Nello spareggio play-off più importante dell’anno, almeno momentaneamente, il Siderno ritrova l’orgoglio dei tempi migliori e batte un Soriano che fino all’ultimo secondo ha dato filo da torcere ai padroni di casa. I vibonesi, ben messi in campo da mister Saverio Gregorace,  ex giocatore del Siderno ai tempi della promozione in serie D, si sono rivelati davvero “concentrati e tonici” e addirittura si erano portati per primi in vantaggio con Tamburro, abile a ribadire in rete sul secondo palo una velenosa conclusione di Nesci pescato in verticale da un prezioso suggerimento di Nicolovic. Il Siderno accusava il colpo e sembrava quasi stordito dalla fiammata ospite ma trascinato dallo scatenato gruppo “Ultra”, da grande squadra,  raggiungeva subito ad acciuffare il pareggio. Passavano infatti solo due minuti e lo sgusciante Pasqualino conquistava con la forza un pallone sulla trequarti campo , si involava sulla fascia destra e proponeva un bellissimo traversone raccolto di testa da Bottiglieri che schiacciava in rete all’altezza dell’area piccola battendo Piccolo che nella circostanza nulla poteva fare per opporsi alla precisa conclusione aerea dell’attaccante di casa. All’undicesimo, il difensore Audino (perfetto in difesa assieme al giovane Cefalì) mandava di testa fuori da ottima posizione. Al 14° il “toro”Carbone si involava solitario all’interno dell’area di rigore e calciava sul primo palo dove però trovava l’attento piccolo a neutralizzare. Al 16° un tiro da fuori area di Bottiglieri terminava fuori di poco alla destra del portiere vibonese. Al 21° punizione millimetrica di Foti per la testa di  El Auodi che però mandava alto da ottima posizione. Al 23 splendida triangolazione Tamburro –Nesci ma il tiro al volo di quest’ultimo terminava fuori d’un soffio. Al 26° ancora El Aoudi calciava fuori di poco sul fondo. Era il preludio al gol risolutore che arrivava al minuto 32. Bottiglieri si involava sulla sinistra, saltava un difensore e proponeva un assist millimetrico per l’algerino El Aoudi che da ottima posizione spediva il pallone nell’angolo destro del portiere Piccolo, costretto a raccogliere la sfera in fondo al sacco. Sugli spalti un boato fragoroso salutava il gol dei bianco-azzurri. La gara virtualmente finiva qui perché nella parte finale del primo tempo e per tutto il secondo tempo non si registravano più azioni pericolose. Il Siderno ovviamente speculava sul risultato a lei favorevoli ricorrendo anche ai classici espedienti mentre il Soriano per la verità quasi mai riusciva a rendersi pericoloso dalle parti dell’inoperoso portiere di casa. Mister Gregorace concludeva la gara schierando ben cinque attaccanti (Nesci-Tamburro-Soriano,Macrillò, Chiarello) ma la difesa del Siderno, con Audino e Cefalì su tutti, era imbattibile sui palloni alti mentre a centrocampo Bonanno e De Leo sembravano indemoniati nel recuperare palloni. Si arrivava così al terzo minuto di recupero allorquando Nesci si incuneava nelle maglie della difesa del Siderno ma spediva alto da ottima posizione sciupando un grande occasione per il pareggio che avrebbe prolungato la gara di altri trenta minuti. Passata la paura, il Siderno chiudeva in avanti e dopo ben sei minuti di recupero l’incerto arbitro Monesi di Crotone fischiava la fine della gara . In campo e fuori scattava la festa bianco-azzurra ma per avere però la certezza di giocare in Eccellenza il prossimo anno il Siderno  dovrà ancora disputare uno spareggio ed attendere l’epilogo del torneo di Serie D e dei play-off di eccellenza. A fine gara mister Gregorace imprecava contro la sfortuna e contro l’atteggiamento , a suo dire, antisportivo del Siderno mentre un raggiante Pippo Laface dedicava  la vittoria odierna ai quattro ragazzi sidernesi tragicamente scomparsi a Cinquefrondi mentre si recavano ad assistere alla gara Rosarnese-Siderno,  al suo indimenticabile collaboratore Nunzio Siviglia ed anche ai tantissimi  sostenitori  del Siderno che nella gara più importante dell’anno hanno gremito le tribune del “Filippo Raciti” in ogni ordine di posto.

Antonio Tassone

Siderno : D’Agostino sv, Pasqualino 8, Serra 7, Bonanno 7, Cefalì 8, Audino 8, De Leo 7, Bottiglieri 8 (30 st Commisso sv), El Aoudi 7 ( 40 st Marino sv), Foti 7, Carbone 7 (47 st Spataro sv). In panchina: Mittica, Diano, Romeo, Carabetta. All. Laface

Soriano:   Piccolo 6, Macrì Bruno 7, Romeo 7, Clasadonte 7, Barba 6, Valente 6 ( 1 st Soriano 6), Macrì Alessio 6 (Macrillò 6), Nicolovic 7, Nesci 7, Tamburro 7, Chiarello. In panchina: Miletta, Iorfida,Gaglioti. All.Gregorace

Arbitro: Monesi di Crotone ( coll.Basile – Benedetto di Kr)

Marcatori: 6 pt Tamburro (So), 8 pt Bottiglieri (S), 32 pt El Aoudi (S).

Note: Espulso per doppia ammonizione Clasadonte (So) al 40 st. Ammoniti: Pasqualino, Bonanno, El Aoudi, Romeo, Nicolovic. Recuperi 2-6. Spettatori 2000 circa di cui almeno trecento tifosi provenienti da Soriano. Terreno in discrete condizioni. Prima del fischio iniziale consegnata una targa alla storico capitano del Siderno Giuseppe Carabetta.

13162009_10208204462820748_30928707_n

13153298_10208204461860724_765756998_n

13152886_10208204462980752_1577986368_n

13141006_10208204463900775_1943014393_n

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.