ROSARNO. IL MINISTRO GALLETTI NON E’ SODDISFATTO SULLA GESTIONE SPAZZATURA

315

Il ministro dell’ambiente Gianluca Galletti, è arrivato ieri a Rosarno. Ha fatto un giro con la bicicletta per le vie della città e una visita al liceo scientifico Piria.

Il politico ha fatto una breve tappa anche al termovalorizzatore di Gioia Tauro. Durante il confronto sugli ambienti ha denunciato la poca attenzione per la raccolta differenziata. << Si preferiscono le discariche ed i termovalorizzatori. Non sono per niente soddisfatto della Calabria, mentre le altre regioni si accingono ad arrivare agli standard europei, Reggio Calabria è all’11,7%, Rosarno al 5,9%, la regione Calabria al 18,6%, per la raccolta differenziata, eppure le regole sono uguali per tutta l’Italia. Il politico ha informato che un terzo delle discariche abusive si trovano in Calabria <<43 su 155>> La Calabria è stata diffidata dal Ministero. Rosarno è fuori legge. Abbiamo l’acquedotto e la fognatura gestiti in economia, e la depurazione, in privato, non lo prevede la legge>>. Lo stesso ha riferito che su 8000 edifici interessati ad amianto, 1258 sono a Rosarno.

Arturo Lavorato, presidente dell’associazione, “Lotta contro i tumori Marisa Lavorato”  voluta da Raffaele Lavorato, suo padre, scomparso prematuramente, con la figlia Marisa, a causa di un cancro,ha lanciato un appello al ministro. <<Lei deve garantire prima la bonifica e poi la vivibilità dei nostri territori violentati senza scrupoli, da chi ha fatto un danno enorme all’umanità>>.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.