SANITA’: ASSEGNATE ALL’OSPEDALE DI LOCRI 17 STRUTTURE COMPLESSE

208

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria ha delineato la nuova geografia sanitaria del territorio provinciale. Nello specifico sono due gli ospedali spoke, Locri e Polistena, e due quelli generali, Melito Porto Salvo e Gioia Tauro. Le strutture si dividono in semplici e complesse. Quelle operative complesse sono dotate di responsabilità ed autonomia professionale, organizzativa e gestionale e si caratterizzano per la rilevanza quantitativa e strategica delle attività svolte. Le unità operative semplici possono essere articolazioni interne della struttura complessa o possono avere valenza dipartimentale. Entrando nel dettaglio: all’Ospedale Santa Maria degli Ungheresi di Polistena sono state attribuite 13 strutture complesse e 5 semplici, al Tiberio Evoli di Melito sono state affidate solamente tre complesse e 5 semplici, al presidio “Papa Giovanni XXIII” state attribuite tre strutture complesse e 4 semplici. A Locri, invece, vanno ben 17 strutture complesse: cardiologia/utic, neurologia, recupero e riabilitazione, urologia, terapia intensiva, psichiatria, farmacia, anatomia patologica, radiologia, pneumatologia, ps/mcae, medicina generale/lungodegenza, chirurgia generale, ortopedia e traumatologia, ostetricia e ginecologia, pediatria/nido. Sono strutture semplici dell’ospedale di Locri, invece: laboratorio d’analisi, oculistica, otorino, gastroenterologia, angiologia e il servizio trasfusionale. Il servizio ospedaliere locrese, è senza ombra di dubbio, quello più importante nel territorio provinciale ma abbraccia un vastissimo territorio ricco di problemi infrastrutturali e di collegamenti.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.