Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

SPRECHI DELL’AZIENDA SANITARIA: I CITTADINI DELLA LOCRIDE, INDIGNATI

123

In molte aree della Locride non si parla d’altro. Nell’ospedale di Locri mancano, molte volte, farmaci, attrezzature, posti letto ecc. e c’è chi ha ben pensato di sprecare milioni di euro. E’ per questo che il giudice Arcadi, divenuto un baluardo della legalità, nella Locride, ha inteso agire per scoperchiare ciò che potrebbe rivelarsi una delle pentole più bollenti, in materia di sprechi pubblici, della Calabria. Nel mirino del sostituto procuratore della Repubblica, presso il Tribunale di Locri, Ezio Arcadi la ditta affidataria dei servizi di Pulizia, Sanificazione, Disinfezione, Disinfestazione e Derattizzazione del T.O. di Locri, Siderno e struttura Ex AIAS di Stignano.

Giudice Arcadi 1 Ma non solo, come abbiamo già scritto ieri, iscritti nel registro degli indagati e chiamati a presentarsi per rispondere al procedimento penale sono: il Direttore dell’Ufficio A.B.S. dell’ ASP di Reggio Calabria. Il Direttore Sanitario dell’ASP di Reggio Calabria. Il Responsabile unico del procedimento(R.U.P.).  Il Commissario straordinario. Il Direttore Amministrativo e Direttore Generale dell’ASP di Reggio Calabria. I Responsabili settore Economico Finanziario. E il legale Rappresentante della società Coopservice di Locri, successivamente divenuta Gruppo Coopservice Gestioni. Tale società avrebbe  illecitamente assunto un ruolo probabilmente non destinato ad essa, grazie all’assenza di una regolare gara d’appalto e quindi del relativo contratto. Abusando di tale posizione è evidente il vantaggio patrimoniale della società, la quale riscuoteva somme pari a euro 112 mila mensili (utilizzando come causale “prestazioni accessorie”). Oltretutto il gruppo Coopservice Gestioni deve rispondere del danno cagionato alle imprese che avrebbero potuto concorrere ad una gara d’appalto mai esistita.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.