TELEMIA, DOPO ‘LINEAPERTA’: ARRIVA LA REPLICA DI GIUSEPPE CARUSO

392

Egr. Direttore,

mi riferiscono che ieri sera nella trasmissione “Lineaperta” delle ore 21,00 sono stato tirato in ballo più di una volta e, da quanto mi dicono, con alcune inesattezze.

Mi corre quindi l’obbligo, sia pure spiacevole, di fare alcune precisazioni.

Con la mia nota di ieri non ho inteso affatto difendere una singola persona, come da lei affermato in trasmissione,  ma il generale principio della presunzione di innocenza di cui la sinistra per anni ha fatto strame, salvo impossessarsene quando è finita sulla graticola. Il riferimento ad una vittima del giustizialismo di  livello nazionale quale il Cavaliere e subito dopo ad una locale, il Dott. Ritorto, era voluto per sottolineare che lo stesso modo di fare ha caratterizzato tutta la politica di sinistra degli ultimi anni. E tale passaggio fondamentale è stato da me messo in rilievo (per sgombrare il campo da equivoci …) alla fine della nota  inviata.

In secondo luogo in riferimento alle passate elezioni vorrei ricordare che la mia lista, correndo da sola, ha preso voti sufficienti per far eleggere un consigliere, esattamente come le altre due di opposizione, Forza Italia e Uniti per il Futuro. Personalmente mi pare di aver ricevuto il consenso di circa 860 cittadini.

In campagna elettorale ho sempre affermato di essere di centrodestra, anche se nel mio movimento convivevano “varie anime” tutte unite da un ideale comune. Dopo della tornata elettorale la mia “entrata nel centrodestra” è avvenuta, sia pure con gradualità, in maniera decisa. Ricorderà, Direttore, il primo convegno che si tenne in luglio a Bovalino dove la mia presenza suscitò il suo stupore tanto da porre delle domande in proposito nella trasmissione che seguì, alla mia sempre amica Wanda Ferro.

Non vi è dubbio che quando si parla di centrodestra il maggior partito di riferimento in Calabria sia Forza Italia ed è per questo che si è intessuto un intenso dialogo con i suoi vertici regionali. Non so ancora a cosa porterà questa continua e costante “comunicazione”. Certo è che nel centrodestra vi è forte fermento e le forze buone che il gruppo o cordata, come preferisce chiamarlo, al quale appartengo, probabilmente sul territorio sono “maggioranza relativa”. Mi fermo qua, mi accorgo di star parlando in politichese perciò non vado avanti. Spero voglia dare il giusto rilievo alla presente.

Grazie.

Giuseppe Caruso

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.