Dom. Mag 16th, 2021

Torna al voto questa domenica anche la vivace comunità di Mammola. 2.971 abitanti in tutto che presto sapranno il
nome del successore del sindaco Antonio Longo. In effetti si rincorrevano da tempo le voci che davano per certa la non ricandidatura di Longo, intenzionato a concludere la propria carriera politica nonostante la possibilità di concorrere ancora alla carica di primo cittadino. Pronti a raccogliere il testimone due personalità molte note a Mammola: il vicesindaco Stefano Raschellà e Nensi Spatari. Il primo punta sull’amore per la propria città che trapela dalla stessa scelta del nome della lista, sulla volontà di proseguire con il massimo impegno quel processo di rinnovamento avviato da Antonio Longo e sulla collaborazione con la Vallata del Torbido, al vicesindaco uscente si oppone un’agguerritissima Nensi Spatari, che promette riqualificazione, iniziative socioculturali e massima trasparenza. Nello specifico la lista, che sta spopolando anche sui social, di Stefano Raschellà “Avanti con Mammola nel Cuore” cerca un dialogo privilegiato soprattutto con i giovani, i commercianti e gli imprenditori. Mirando al buono sfruttamento dei finanziamenti ottenuti dalla precedente amministrazione, Raschellà pone in primo piano la messa in sicurezza delle strade e il recupero del Santuario di San Nicodemo al Bosco. Vorrebbe la costituzione di un vero e proprio welfare di comunità che sfrutti le occasioni di sviluppo offerte dall’Unione dei Comuni della Valle del Torbido e guarda con un occhio di riguardo alle famiglie con bambini e alle persone disabili. Nel suo corposo programma c’è spazio anche per le opportunità lavorative, per i centri aggregativi come il centro polifunzionale che l’editore dell’”Eco del Chiaro” progetta di far sorgere nel plesso di via Mulino e al turismo, da implementare attraverso l’impiego delle nuove tecnologie e infopoint senza trascurare la sicurezza delle strade e la valorizzazione del patrimonio culturale. “Tradizione e Progresso” è, invece, la lista di Nensi Spatari. Un progetto di ampio respiro, che tende ad unire in un’ottica di condivisione di valori, di idee e di programmi le forze sociali, culturali e tutti i cittadini che sono convinti di dover dare una svolta a Mammola. Nensi Spatari sembra voler fare della trasparenza e dell’efficacia amministrativa il suo punto di forza. Nel suo programma elettorale si legge la volontà di dare un netto taglio agli sprechi e di dare ai cittadini potere decisionale. Valorizzazione del centro urbano ed edificazione di un centro culturale polivalente laddove sorge oggi l’area del mercato coperto sono i cavalli di battaglia, che promette anche un bypass della Limina, la dislocazione del depuratore comunale e una completa revisione della viabilità. Manutenzione dei cimiteri, riqualificazione degli edifici storici, iniziative socioculturali e nuova illuminazione rappresenteranno per la Spatari la solida base per un implemento del turismo e della vivibilità del paese, con un occhio di riguardo alla tutela dell’ambiente e alle politiche agricole ma anche alla cultura e all’associazionismo. Questa sera, di questo e molto altro si discuterà nel corso della puntata, condotta da Maria Teresa Criniti, di “Al voto
Al voto” dedicata alle imminenti amministrative a Mammola. Non perdetevi la trasmissione firmata TeleMia in diretta
alle ore 21:30 su canale 85 del digitale terrestre o in streaming mondiale su www.telemia.it.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.