Volley: Globo Sora-Tonno Callipo 3-1: black-out giallorosso. Si va a gara 5

267

I vibonesi perdono Forni per infortunio, vincono il primo set, ma vengono rimontati e travolti. Ora la serie è in parità. Tutto si deciderà domenica al PalaValentia

IL TABELLINO

GLOBO BANCA SORA-TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO 3-1

SET: 22-25, 25-19, 25-13, 25-12

Sora: Fabroni 3, Mariano 14, Festi, Lucarelli, Santucci, Bacca, Rosso 27, Hoogendoorn 10, Buzzelli, Giglioli 4, Marrazzo, Mauti, Sperandio 8. Allenatore: Colucci

Vibo: Pinelli1 , Korniienko, Marra, Ferraro 1, Casoli 8, Michalovic 19, Vedovotto 5, Maccarone 1, Corrado, Verissimo 2, Sardanelli, Presta 2. Allenatore: Mastrangelo

Arbitri: Francesco Puletti e Maurizio Canessa

Note: durata set 26′, 30′, 24′, 25′; totale: 105′

di MIMMO FAMULARO

Da 0-2 a 2-2: Sora rimonta e rimette tutto in discussione. Adesso trema la Tonno Callipo che perde anche gara 4 e rischia di perdere pure il biglietto di ritorno in Superlega. L’ultima chance passerà dal PalaValentia domenica prossima con inizio alle ore 18. Si giocherà infatti a Vibo la quinta ed ultima partita. Uno spareggio vero e proprio. Dentro o fuori. Per non buttare via una stagione da incorniciare bisognerà vincere e completare un’opera altrimenti incompleta. La situazione, almeno dal punto di vista psicologico, si è capovolta: Sora sembrava spacciata ed è rinata trascinata da un Rosso in condizioni psicofisiche straordinarie e da un Fabroni lucido e preciso in regia; Vibo si è smarrita, ha perso in sicurezza e avrà tre giorni di tempo per ritrovare la strada smarrita, quella che porta in Superlega. Coach Mastrangelo dovrà lavorare sul piano mentale e lo staff medico avrà il suo bel da fare in infermeria per recuperare Marcello Forni, la cui assenza a Sora si è fatta sentire.

CRONACA DEL MATCH 

Starting-seven. Coach Mastrangelo deve rinunciare a Forni, out per un problema al piede. Al suo posto gioca Maccarone con Pinelli al palleggio, Michalovic opposto, Presta al centro, Casoli e Vedovotto in posto 4, Marra libero. Colucci, vice allenatore dei sorani, vestirà ancora i panni del primo allenatore data l’assenza di coach Soli impegnato con la nazionale femminile. Sora si schiera con Fabroni al palleggio, Hoogendoorn opposto, Giglioli e Sperandio i centrali, Mariano e Rosso di banda, Santucci libero.

Primo set. Buona partenza della Tonno Callipo che con una battuta incisiva mette in difficoltà la linea di ricezione di Sora e vola ad un massimo vantaggio di +3. Al primo time-out tecnico i giallorossi sono avanti di due lunghezze (12-10). Rosso e Fabroni (ace) riportano in partita la squadra di casa che ottiene il sorpasso (13-12) con un break di tre punti a zero e costringe Mastrangelo al primo time-out discrezionale. Buona la reazione degli uomini di Mastrangelo che operano il contro-sorpasso: si passa dal 15-13 al 18-20 per la Callipo grazie agli attacchi di Vedovotto e Michalovic. Un paio di errori di Sora portano Vibo sul 24-21. Tre set-ball a disposizione dei giallorossi: Sperandio annulla il primo con una bella pipe. Rosso spedisce fuori un altro attacco e la Tonno Callipo si aggiudica il primo parziale. Impressionati i numeri di Michalovic: otto punti con due ace timbrati. Distribuisce bene il gioco Pinelli, ma è la battuta a fare la differenza. Troppi gli errori di Sora dalla linea dei nove metri, ben sei. Non basta Rosso (7 punti) per arginare una Callipo precisa e determinata.

Secondo set. Parte meglio Sora che, chiaramente, non vuole fare scappare Vibo. Un grande Michalovic firma il primo sorpasso (3-4) con un ace che scava il solco nella ricezione ciociara. I padroni di casa però crescono a muro e battuta riportandosi nuovamente avanti. Al primo time-out discrezionale Sora è avanti di tre lunghezze (12-9). Il massimo vantaggio con un muro su Vedovotto (13-9). Pinelli si appoggia su Michalovic per tentare la rimonta mentre Mastrangelo lancia nella mischia l’ex Verissimo al posto di un Vedovotto altalenante. La Globo mantiene quattro punti di vantaggio sfruttando battuta e, soprattutto, muro. E’ Rosso il trascinatore dei ciociari. Da posto 4 lo schiacciatore cresciuto nel settore giovanile di Cuneo è inarrestabile (20-16). Mastrangelo chiama time-out, ma al rientro in campo Sora trova il massimo vantaggio: +5 per gli uomini di Maurizio Colucci (22-17). Determinante il muro con il quale i padroni di casa guadagnano ben sei set-ball (24-18) e chiudono al secondo tentativo su un errore in battuta di Presta (25-19). Sora-Vibo è nuovamente in parità: uno a uno dopo i primi due parziali. Stavolta non basta Michalovic alla Tonno Callipo. Già in doppia cifra lo slovacco con 8 punti nel primo e 9 nel secondo set. Si abbassano le percentuali complessive in attacco (42%). Si alzano quelle di Sora (56%) con Rosso che si carica sulle spalle la squadra e fa 7 su 10 sotto rete con un poderoso 70%.

Terzo set. Avvio fotocopia. Sora prova a scappare e si ritrova 6-4. Mastrangelo chiama subito time-out. Al rientro in campo Rosso continua a martellare. Dall’altra parte inizia a sbagliare Michalovic ed è 8-4 per i padroni di casa, già al massimo vantaggio. Momento difficile per la Tonno Callipo che sembra essere sparita dal campo. Un ace di Sperandio porta Sora sul 12-6. Monologo ciociaro adesso al PalaPolsinelli. Entusiasmo alle stelle e padroni di casa avanti di nove lunghezze (15-6). Giallorossi in crisi con Mastrangelo che richiama in panchina Pinelli e cambia palleggiatore: dentro Ferraro. Black-out della Tonno Callipo che cede di schianto nel terzo set (25-13).

Quarto set. Squadre in campo. Callipo subito in difficoltà e Sora avanti già di tre lunghezze (4-1). I padroni di casa sembrano più determinati e vogliosi di portare a casa la vittoria per allungare la serie e giocarsi il tutto per tutto a Vibo domenica sera. La Callipo però non demorde e prova a risalire: dall’8-2 all’8-6. Parziale di quattro punti a zero per i giallorossi che si riportano a -2. Al time-out tecnico però la Globo si riporta sul 12-8 e trova l’allungo decisivo (20-10). Alza bandiera bianca la Tonno Callipo che inizia a tirare i remi in barca. Per la promozione in Superlega sarà fondamentale l’ultima partita della serie. Hoogendoorn chiude la partita con un ace e Sora vince gara 4 con il punteggio di tre a uno. Appuntamento a domenica prossima al PalaValentia.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.