ARDORE: BECCATI DALLE VIDEO-TRAPPOLE A GETTARE RIFIUTI

276

PARTONO LE PRIME CONTRAVVENZIONI PER ABBANDONO DI RIFIUTI SU SUOLO COMUNALE: I PRIMI RISULTATI E LE SANZIONI CONTRO ALCUNI SOGGETTI BECCATI IN FLAGRANTE DALLE FOTOTRAPPOLE

 

 

Uno dei punti salienti del programma dell’ Amministrazione Comunale di Ardore, guidata dalla Giunta del dott. Giuseppe M. Grenci, insediatasi poco più di un anno fa, consiste nella messa in atto di tutta una serie di iniziative tendenti a incrementare il ciclo virtuoso delle politiche di salvaguardia dell’ambiente urbano ed extraurbano. In tale contesto, si sta procedendo in diverse direzioni che, fondamentalmente, si concretizzano:

  • nella informazione e sollecitazione alla cittadinanza per sostenere, con spirito collaborativo, lo sforzo dell’Amministrazione teso  alla salvaguardia dell’ambiente, segno di sensibilità , di orgoglio civico e di attenzione verso un prezioso bene comune;
  • nella estensione a tutti i centri abitati della raccolta differenziata porta a porta (sono già in distribuzione in questi giorni, nelle zone ancora non servite,  circa 600 kit di mastelli a ciò dedicati;
  • nel prestare massima attenzione al buon funzionamento ed alla corretta  gestione della nuova piattaforma di depurazione consortile (Comuni di Ardore, Portigliola e Sant’Ilario);
  • e, infine, nel contrasto a inqualificabili comportamenti  tenuti da cittadini irresponsabili che, in dispregio delle elementari  norme di civismo, abbandonano ai margini delle strade e nei luoghi più nascosti, sacchetti di spazzatura, elettrodomestici  fuori uso, manufatti di eternit ed ogni altro materiale che andrebbe, dopo la regolare differenziazione, conferito  in discarica o nell’isola ecologica di cui il Comune  è dotato.

Per cercare di arginare il fenomeno, di cui sopra, su indirizzo della Giunta, ed in attesa che si realizzi il progetto di videosorveglianza comunale, l’ufficio Tecnico, di concerto con i Vigili Urbani, si è dotato di apparecchiature di videoripresa a distanza, che, posizionati in diversi punti strategici del territorio comunale, in modo discreto, “filmano” gli utenti che ivi abbandonano immondizie e altri materiali.

Ed è così che parecchie persone sono state colte in flagranza di reato, dalle “foto trappole” mobili installate, appunto, in vari siti attenzionati.

Sono già partite le prime sanzioni amministrative per un ammontare di circa  1.000,00 € e presto ne seguiranno  altre.

Questi provvedimenti, in aggiunta a quelli già in essere e alle politiche di salvaguardia e tutela dell’ambiente,  sono tutti volti ad aumentare sempre più la sensibilizzazione e il livello di attenzione della cittadinanza, verso il rispetto dell’ambiente, nonché verso la comprensione dell’importanza di effettuare un corretta e costante raccolta differenziata. A tal proposito, si ricorda che, l’appalto che  il comune di Ardore, ha in essere con la Società Ased, prevede anche il ritiro gratuito a domicilio di rifiuti ingombranti, per coloro i quali sono impossibilitati a conferire individualmente e con i propri mezzi presso l’Isola Ecologica di C.da Vescovado.

Non ci stancheremo mai di ribadire che la cultura di una comunità passa anche dalla consapevolezza che non si possono e non si devono abbandonare  rifiuti, di nessun genere, incivilmente e abusivamente sul territorio che dobbiamo trattare come l’interno delle nostre case .

Le foto trappole, di cui dicevamo, vengono spostate periodicamente e  hanno la funzione di registrare  immagini  che vengono successivamente  vagliate dagli organi competenti; ed  è proprio da  queste operazioni che sono emerse le violazioni che hanno portato all’emissione delle sanzioni previste.

In alcuni casi, si è potuto constatare che i mezzi usati per il conferimento illegittimo,  erano privi di assicurazione per cui i dati sono stati trasmessi alle autorità competenti per i dovuti adempimenti .

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.