Calcio dilettanti: Il Locri stringe il cerchio sul tecnico. I candidati forti Mesiti e Scorrano

213

Mercoledì l’annuncio ufficiale ma non si escludono sorprese.

Volge alla stretta decisiva la febbrile attività societaria finalizzata all’individuazione dell’allenatore che andrà a sostituire Peppe Carella sulla panchina amaranto: per mercoledì, salvo ulteriori novità, la dirigenza dovrebbe ufficializzare il nuovo mister.

Dopo una lunga ridda di nomi, il cerchio si è ristretto: quelli più accreditati e concreti, alla fine, sembrerebbero essere stati Ivan Franceschini (alla  “nuova” Reggina con Cozza lo scorso anno), Francesco Ferraro (ex Cittanovese), Mommo Mesiti (ex Isola Capo Rizzuto) ed Umberto Scorrano (ex Guardavalle, nonchè uno degli storici capitani amaranto di tante stagioni). Sembra comunque, che essendo più che probabili la permanenza di Franceschini a Reggio e la scelta di Ferraro verso la Vibonese, rimarrebbero in campo Mesiti e Scorrano, fermo restando che non è ancora da escludere, comunque, qualche ulteriore contatto anche con delle numerose anime di cui si compone ora la rinnovata dirigenza amaranto. Quello che certamente non sfugge alla presidente Antonella Modafferi ed al vertice dirigenziale è l’esigenza di chiudere subito il discorso, che naturalmente è pure propedeutico alla definizione dell’organico dei calciatori: i contatti, intrapresi con quasi tutti gli artefici della promozione della scorsa stagione, hanno generalmente registrato la disponibilità a permanere in casacca amaranto, ovviamente con la doppia e scontata condizione dell’accordo economico, da definire anche in correlazione alle residue spettanze della passata stagione, e delle reciproca condivisione rispetto alle naturali opzioni tecniche del nuovo allenatore.

Subito dopo il termine di fine mese il nuovo organigramma societario sarà depositato presso organi federali, dopo dieci giorni all’incirca, occorrerà provvedere all’iscrizione al torneo.

Intanto ha voluto porgere un formale e caloroso saluto l’ormai ex presidente, Dario Marando, dopo aver deciso di passare la mano al termine dell’esperienza entusiasmante della scorsa stagione con il salto di categoria.

“Alla neo presidentessa Anteonella Modafferi – scrive Marando – ed a tutti i nuovi soci il mio augurio personale di buon lavoro, che sia veramente un anno proficuo, ricco di emozioni e di traguardi così come lo è stato il precedente”.

Inoltre l’ ex presidente ha voluto ringraziare la precedente società e il pubblico amaranto la cui formidabile partecipazione lo ha commosso.

(fonte Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.