CITTA’ METROPOLITANA DI RC: ISTRUZIONI PER L’USO

285

Dopo la convocazione dei comizi per l’elezione del Consiglio metropolitano dei Comuni della Città Metropolitana, in programma domenica 7 agosto, il Presidente della Provincia di Reggio Calabria ha proceduto alla costituzione dell’ufficio elettorale. Con decreto, Giuseppe Raffa ha nominato sia il responsabile di tale ufficio, il segretario generale della Provincia, Antonino Minicuci, sia tutti gli altri componenti.
Il segretario genarale della Provincia è stato incaricato dell’assegnazione all’Ufficio elettorale del personale necessario per il proprio funzionamento, nonché della costituzione del seggio centrale e della sottosezione. Al voto per l’elezione dei 14 componenti del Consiglio metropolitano possono partecipare sindaci e consiglieri comunali in carica al trentacinquesimo giorno antecedente la data delle votazioni, cioè al 3 luglio 2016 e sono eleggibili tutti i sindaci e consiglieri comunali in carica. La cessazione della carica, naturalmente, comporta la cessazione da consigliere metropolitano. I comuni della Città metropolitana verranno indicati per fascia demografica e nell’ambito della rispettiva fascia in ordine alfabetico. L’elettore, al momento del voto, a seconda della fascia demografica di appartenenza, riceverà una scheda di colore diverso ed esprimerà un voto avente per legge un diverso “indice di ponderazione”. Sono cinque le fasce democratiche cui ogni comune appartiene: fascia A con popolazione fino a 3000 abitanti; fascia B, con popolazione da 3001 a 5000 abitanti; fascia C, con popolazione da 5001 a 10000 abitanti; fascia D, con popolazione da 10001 a 30000 abitanti; fascia F da 30001 a 250000 abitanti.
Le operazioni di voto, infine, si svolgeranno dalle ore 7 alle ore 20 di domenica 7 agosto, presso palazzo “Corrado Alvaro”, sede della Provincia.
Alla luce di tutto ciò, per accertare se ci sono le condizione per un’azione comune della Locride. Il sindaco di Siderno Pietro Fuda ha organizzato una riunione dei sindaci del comprensorio. L’obbiettivo è riuscire a fare emergere una posizione unitaria, basata sulla priorità che ha questo nostro territorio di abbattere l’isolamento e la marginalità nelle decisioni politiche. Anche i sindaci della tirrenica si stanno già muovendo in questa direzione.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.