Ven. Mag 14th, 2021

 

Si chiama “Calabrisi (#emindivantu)” il nuovo album degli EtnoSound. Il quinto lavoro discografico della band etno-pop calabrese presentato venerdì 10 giugno a Cittanova, nella splendida cornice del Cine-Teatro “Gentile”. L’evento, è stato presentato da Piero Catalano, è patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Cittanova.

Il disco, registrato presso gli studi della “Artetica Produzioni Musicali” di Rizziconi, è composto da undici tracce. Dieci inediti ed un “remake”, quello di “Tu si Regina”, diventato ormai un classico della band ionio-pianigiana.

Tracce che incarnano il naturale percorso intrapreso, ormai da anni, dal gruppo. Testi della tradizione “riadattati”, ma anche testi più maturi e veri e propri dichiarazioni d’amore per la propria terra, come, ad esempio “Mari Calabrisi”. Testi più ironici come “Non mi vogghjiu Maritari” e “Vitti Vitti”, o incentrati su ricordi del passato come “Zziti e Maritati” e “U Mundu Gira”. Spazio all’amore, come in “Nu Rre e na Regina” e “Ddu Rosi”, dove il tema principale è l’amore per i propri figli. In questo brano gli EtnoSound possono vantare la collaborazione di Salvatore Gullace, storico chitarrista dei Quartaumentata, che è anche presente con la sua chitarra nel brano che da il titolo al disco. Un’altra preziosa collaborazione è quella con Mimmo Cavallaro, che ha cantato in “Cantu d’Amuri”.    «Siamo molto orgogliosi di questo quinto album – commentano i sei componenti della band – frutto di un lavoro che ci ha visti impegnati, in questi ultimi mesi nella composizione dei brani e, poi, nella registrazione. Dopo cinque album riteniamo di aver raggiunto un nostro sound, un marchio di fabbrica che ci caratterizza e che ci rende “facilmente riconoscibili” nel grande panorama della musica popolare calabrese. La realizzazione di un disco, e la conseguente presentazione, necessitano di un grande impegno, non solo nostro. Ed è per questo che vogliamo ringraziare Riccardo Anastasi, che ha registrato e mixato il disco. Ma anche Mimmo Cavallaro e Salvatore Gullace, che grazie alla loro bravura sono stati capaci di impreziosire alcuni brani. Un “grazie” di cuore anche all’amministrazione comunale di Cittanova, nelle persone del sindaco Francesco Cosentino e dell’assessore alla cultura Antonino Fera, e all’associazione “Reggio Cinema” e al suo responsabile Carlo De Gori per il supporto logistico».

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.