Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

ESTRADATO IL BOSS ANTONIO NUCERA: MENTE DEL RICICLAGGIO DI DENARO CALABRESE

488

Dopo l’arresto eseguito lo scorso 8 marzo, per il boss ‘ndranghetista Antonio Nucera è stata la volta dell’estradizione dalla Svizzera. Il latitante detto ‘Ntonaci, 60 anni, esponente di vertice della omonima cosca di Condofuri era latitante dal 2013. Scortato da personale dello Scip della Criminalpol è arrivato in Italia alle prime luci dell’alba di questa mattina. Fermato a Saas Grund, Canton Vallese, dalla Polizia Svizzera, poiché destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere, estesa in campo internazionale, e condannato in primo grado, su indagine della Dda di Reggio Calabria, per associazione mafiosa, riciclaggio e reimpiego di beni di provenienza illecita. Nucera era considerato la mente del riciglaggio e trait d’union tra gli appartenenti alla ‘ndrina. I calabresi, infatti, avevano creato un sistema di riciclaggio di denaro sporco che partendo dalla Calabria, passava per il Lazio attraverso alcune ditte e ritornava in provincia di Reggio Calabria. Una volta giunto a Fiumicino e stato consegnato agli investigatori italiani che, dopo le procedure previste per l’estradizione, lo hanno portato in carcere. La sua presenza in Svizzera era stata riscontrata grazie ad attività investigative congiunte, della Polizia di Stato e degli organismi investigativi federali svizzeri, che hanno anche svelato le infiltrazioni della cosca di Condofuri in territorio elvetico. Dopo esser stato individuato, Antonio Nucera era stato arrestato grazie ad un operazione, condotta dagli organismi della Polizia Federale svizzera e da quella del Cantone Vallese, con la partecipazione di personale della Polizia italiana, in particolare investigatori delle Squadre Mobili di Verbania, Torino e del Servizio Centrale Operativo, coadiuvati dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.