LOCRIDE: CALABRESE E FUDA CHIEDONO LE DIMISSIONI DEL PRESIDENTE IMPERITURA

267

“Quanto verificatosi lunedi pomeriggio a Reggio Calabria, nel corso della manifestazione politica di presentazione del ‘Patto Calabria’, con un Tuo intervento, programmato con altri e NON con i Sindaci della Locride rappresenta la cosiddetta goccia che ha fatto traboccare il vaso”. Inizia così la missiva scritta dai sindaci di Siderno e Locri, Pietro Fuda e Giovanni Calabrese, e indirizzata al Presidente dell’Assemblea dell’Associazione dei Sindaci della Locride. I due primi cittadini, nella missiva inoltrata alla nostra redazione, spiegano il perchè del punto di rottura a cui, sembra inevitabilmente, siano arrivati oramai: “Non condividendo, come più volte manifestato congiuntamente ad altri tuoi colleghi, la Tua fallimentare gestione dell’organo Assembleare e considerato che il Presidente del Comitato non è stato rieletto Sindaco nelle recenti elezioni dello scorso 5 giugno, Ti invitiamo a convocare in tempi brevi l’Assemblea dei Sindaci della Locride con al primo punto all’Ordine del giorno le Tue dimissioni da Presidente”. Una decisione che da quanto si legge pare essere stata a lungo ponderata, anche sulla base di una non sempre armonica azione direttiva. Pietro Fuda e Giovanni Calabrese appaiono, pertanto, convinti del fatto che sia “indispensabile” affrontare la necessaria riorganizzazione strutturale dell’Associazione stessa, trasformandola in un riferimento positivo e propositivo finalizzato “a pianificare il futuro del territorio e non dedito solo ed esclusivamente alle ’emergenze’ spesso senza risultato alcuno”.
Di certo la nuova steccata inferta all’interno del Comitato dei Sindaci della Locride arriva, questa volta, da due personalità che, nell’organo, rivestono un ruolo di un certo peso. Bisognerà attendere, sicuramente non molto, per capire quale sarà adesso la risposta di Imperitura.
Insomma, “Patti chiari”.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.