Ven. Gen 22nd, 2021

In data odierna è stata emessa una sentenza che causa clamore a Marina di Gioiosa Jonica, il Presidente del TAR di Reggio Calabria ha infatti decretato l’annullamento della procedura concorsuale per la copertura a tempo pieno e indeterminato di 2 agenti di polizia municipale, di cui 1 posto riservato al personale interno, indetto dal comune di Marina di Gioiosa Jonica.

Il tribunale ha riconosciuto che le ricorrenti, D’Angelo Gabriella e Logozzo Giuseppa, sono state illegittimamente escluse dalle ulteriori prove (successiva alla preselettiva) sulla base di un’illegittima rigida interpretazione del regolamento pretendente l’esclusione in caso di “correzione” delle risposte multiple (x sulla casella sbagliata, poi corretta).

Le ricorrenti avevano fatto istanza di essere ammesse con riserva, ma la commissione esaminatrice non ha approvato la richiesta escludendole definitivamente.

Le due hanno riscontrato nell’amministrazione un solido muro, a detta del loro legale Avv. Brugnano, nonché la mancanza della notifica con la reale motivazione circa l’esclusione.

Il Tar mediante sentenza ordina dunque al comune di attenersi al giudicato e riammette le ricorrenti a sostenere le prove scritte e orali retrocedendo totalmente l’iter procedimentale alla fase di prova preselettiva ed annullando anche la nomina dei vincitori.

Il concorso in questione riguarda marginalmente ma sostanzialmente l’amministrazione guidata dal sindaco Vestito che, sempre secondo le parole dell’avv. Brugnano, ha la pecca di aver riproposto il concorso già valutato negativamente in precedenza.

L’avvocato inoltre afferma:

“Sono soddisfatto come legale per aver curato gli interessi delle mie assistite ma non dimentico che dietro gli atti ci sono due persone che essendo state ampliamente lese nei loro diritti non possono essere pienamente soddisfatte.”

SARA FAZZARI

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.