ROCCELLA: L’ASS. CIANFLONE RISPONDE ALLE ACCUSE DI UN GENITORE DI UN DISABILE “SONO STATE DETTE COSE CHE NON CORRISPONDONO ALLA REALTA’ “

255

In riferimento alla nota del 18 giugno scorso l’assessore comunale di Roccella Jonica Alessandra Cianflone  evidenzia quanto segue:

Dispiace che la nota sia stata pubblicata riportando solo le iniziali dell’estensore perché se la nota avesse avuto contenuti di mera critica ciò sarebbe stato accettabile.

Non invece nel caso in cui attraverso lo scritto vengano formulate offese suscettibili anche di responsabilità penale, quali ad esempio l’accusa di falsità e tendenziosità.

Nel merito, il genitore, A. D., cui va ovviamente il mio rispetto sia come cittadino che come padre di una bambina disabile, riferisce circostanze che non corrispondono alla realtà.

Il Comune di Roccella Jonica ha sempre tempestivamente inviato alla Provincia di Reggio Calabria, amministrazione competente ad erogare le risorse, il Piano per il Diritto allo studio.

Per l’anno scolastico 2015/2016 tale Piano è stato approvato con Delibera di giunta n. 41/2015 ed immediatamente trasmesso alla Provincia di Reggio Calabria in data 24/04/2015, vale a dire ben  5 mesi prima che iniziasse l’anno scolastico di riferimento.

Successivamente, ad anno scolastico avviato, nel mese di Settembre 2015, l’Istituto Comprensivo di Roccella Jonica richiedeva integrazione della domanda di assistenza specialistica per una bambina.

Il Comune immediatamente e tempestivamente, con l’impegno della sottoscritta, che si procurava personalmente la documentazione utile, ha provveduto a integrare il Piano del diritto allo studio già a suo tempo inviato all’Amministrazione provinciale con un’ulteriore delibera di Giunta Comunale n. 113/2015 inviandola alla Provincia in data 30/10/2015.

Ora mentre negli anni precedenti l’Amministrazione Provinciale deliberava la concessione delle risorse in tempi utili, e cioè massimo nel mese di Gennaio dell’anno scolastico di riferimento, quest’anno la Provincia, in seguito alle vicissitudini relative ai movimenti della “Città Metropolitana” che non ripartiva le competenze interne, deliberava il Piano Provinciale di Diritto allo Studio anno 2015/2016 con Delibera di Giunta Provinciale n.40 del 14/04/2016comunicandola all’Ente Comunale solo in data 21/04/2016 e l’Ente la trasmetteva immediatamente all’istituto Comprensivo.

A seguito di un incontro tra gli Amministratori e l’Istituto Comprensivo, nella persona della Dirigente Scolastica, si è valutata la necessità di non far perdere l’opportunità ai ragazzi e da qui è scaturita l’idea del progetto “Suoniamo e raccontiamo…le emozioni” in collaborazione con L’istituto stesso.

L’incontro, è bene precisarlo a scanso di equivoci, è stato indetto dall’Amministrazione Comunale ed è stata la stessa Amministrazione a proporre la realizzazione del progetto che, come peraltro confermato dal genitore A.D., ha incontrato il gradimento ed il consenso dei bambini e dei loro genitori.

Da qui, vista naturalmente la mia vicinanza alla problematica, in corso di stesura del nuovo bilancio comunale, ho proposto, con l’appoggio dell’intera amministrazione di prevedere un apposito capitolo IN USCITA  per poter assicurare il servizio già dal primo mese del nuovo anno scolastico, e di cui è stato già a Marzo deliberato e inviato all’organo preposto il nuovo piano di diritto allo studio, indipendentemente dagli eventuali ritardi della Provincia mettendo al sicuro l’interesse pubblico.

Detto questo l’Amministrazione Comunale continuerà  a lavorare  in futuro come ha sempre fatto, per venire incontro, nel modo migliore possibile alle istanze dei cittadini, curando, nel particolare settore della scuola e dei servizi sociali, le esigenze delle persone che più ne hanno bisogno.

Questi sono i fatti, e la realtà ha una sua forza persuasiva, che vince sempre sulle polemiche sterili, spesso foraggiate da una politica disinformata e di parte, che preferisce mestare nel torbido ed utilizzare strumentalmente le situazioni di disagio che pure esistono, ad alle quali si deve il massimo rispetto e la massima attenzione,  piuttosto che sforzarsi di avanzare proposte costruttive ed efficaci per il nostro paese.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.