Calcio dilettanti: C’è Tripodi, il Siderno non lascia nulla al caso

165

In attesa dell’ufficializzazione del ripescaggio. Allestito un organico importante con la certezza dell’Eccellenza.

Il Siderno ha aggiunto un altro tassello al suo organico ingaggiando Annunziato Tripodi, classe 1998, cresciuto calcisticamente nella Reggina poi passato alla Futsal Melito che lo scorso anno lo diede in prestito al Bocale calcio dove ha giocato una ventina di partite da titolare dimostrando ottime doti.

E’ un “under” molto importante, forte fisicamente, dotato di ottima velocità e di buona tecnica. Tripodi è un mancino naturale e può essere impiegato anche come esterno offensivo. Arriva dalla Futsal Melito in prestito con diritto di riscatto nonostante altre numerose richieste sia di squadre di Eccellenza e di Promozione.

Nel mirino del Siderno – ci dice il ds Francesco Vumbaca – c’è ancora il possibile ingaggio di un portiere fuori quota da aggiungere alla già nutrita rosa allestita dalla nuova società capitanata da Raffaele Salerno e Domenico Stranieri.

Intanto, si attende la conferma ufficiale che la squadra andrà a disputare quest’anno il campionato di Eccellenza. Salerno e soci hanno provveduto a tutti gli adempimenti necessari per garantire il ripescaggio e sono pressochè certo che questo obiettivo non verrà meno, perché la compagine ha tutti i titoli e le credenziali previste per ammessa al campionato di Eccellenza.

La decisione della Lega dovrebbe essere ufficializzata già questa settimana anche se, come si è già potuto capire dall’allestimento dell’organico, si è fatto tutto con la consapevolezza che si giocherà in Eccellenza. I nuovi arrivi, infatti, giovani compresi, sono elementi di primo piano molti dei quali con esperienza in serie superiore.

La preparazione della squadra è già stata fissata. Si comincerà il 1. agosto quando Pippo Laface, Guglielmo Telli e Giuseppe Carabetta, con il preparatore atletico Luca Rodà, raduneranno al “Filippo Raciti” tutti i giocatori, juniores compresi, per il primo incontro ufficiale in vista del prossimo campionato.

Un Siderno, quest’anno, forte non solo di grande entusiasmo, dell’appoggio della tifoseria, ma anche di una perfetta organizzazione segno evidente che si vuole imboccare la strada del rilancio di una società e di una città che meritano un adeguato posto al sole nel panorama del calcio calabrese che conte.

Aristide Bava

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.