Il roccellese Nicola Brognano trionfa al “Who Is On Next?” 254

581

È il roccellese Nicola Brognano a vincere il premio “Who Is On Next?” Vogue Italia, il premio Yoox e il premio Tomorrow.

Un successo grandioso per lui  nell’ambito del “Who is On Next?” . Si tratta di un vero e proprio progetto di scouting organizzato da Altaroma insieme a Vogue Italia. L’obiettivo unico è quello di mettere in luce nuovi e promettenti giovani talenti nel panorama nazionale e internazionale, indirizzato soprattutto a chi ha una propria produzione “made in Italy”.

La prestigiosa giuria internazionale composta da Simonetta Gianfelici, Fashion Expert e Talent Scout e Sara Maino, Senior Editor di Vogue Italia e Head of Vogue Talents oggi, 8 luglio 2016 nelle sale dell’Ex Dogana a Roma, ha premiato il giovane designer calabrese. Brognano si è diplomato presso l’Istituto Maragoni di Milano e vanta esperienze lavorative presso Giambattista Valli e Dolce & Gabbana Alta Moda. Il brand è creativo, innovativo e originale: un tocco femminile, romantico arricchisce tessuti ricercati e unici. Determinante la forte ossessione per il day-wear maschile, reinterpretato con tessuti ricercati e volumi femminili.

I finalisti per il prêt-à-porter non vincitori che hanno potuto comunque mostrare le loro creazioni sono: Anna e Lulù Poletti per il brand Melampo che nella collezione presentata si sono ispirati ad un viaggio verso est: Berlino-Tokyo-Milano tra sogno e realtà: colori, materiali e donne. Daniele Giorgio, per il brand Parden’s, continua a ricercare la contemporaneità attraverso il passato usando colori e materiali che all’apparenza sembrano essere contrastanti, ma che si sposano perfettamente in una collezione primavera/estate 2017.
Gianluca Ferracin e Andrea Masato, per Edithmarcel, propongono una collezione molto attuale che rispecchia il tema del “genere”. Volumi, forme e colori che possono andare bene sia per il corpo femminile che per quello maschile.
Narguess Hatami, per Miahatami vincitore del premio Voguepropone una collezione che ha sapore multietnico. Ispirato dalla cultura Persiana, crea abiti preziosi e allo stesso tempo naturali.
Per quanto riguarda la linea accessori e gioielli: Benedetta Bolognesi e Gaia Ghetti per Akhal Tekè creano la linea di flat shoes dove il ricamo la fa da padrone. Azzurra Gronchi, marchio toscano di borse, è di alta qualità e ricercatezza. Francesco D’Amico rappresenta il brand Damico Milano che ha come segno distintivo il dorato sulle suole delle scarpe.

Ioanna Solea si ispira al mondo della natura per creare borse e collane utilizzando materie preziose e originali. Ludovico Zordanazzo che presenta le sue calzature interamente realizzate a mano da artigiani che usano perizia e cura nei dettagli. Pugnetti Parma, vincitore del premio Who In On Next Accessori: dinamicità, creatività e originalità su cartamodelli. Schield, marchio con sede a Firenze, focalizza l’attenzione su gioielli di lusso tra innovazione e artigianalità italiana.

Nicola Brognano non ha vinto, ha stravinto.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.