Locri: rischio chiusura ortopedia, chiesta immediata assunzione di 4 nuovi medici

515

La segreteria provinciale dell Uil-Sanità <<non consente che si spengano i riflettori sulla situazione giunta ormai a un punto di non ritorno>> in cui versa il reparto di Ortopedia dell’Ospedale di Locri, a causa della carenza di personale medico. La preoccupazione è grande anche perché <<nessuno si preoccupa di intervenire>> come ha già sottolineato il reggente, il dottore Francesco Gurzì << tra qualche settimana potremmo dover chiudere i battenti>>

Sull’allarmante situazione in cui versa lo storico reparto Locrese ieri sono intervenuti i segretari provinciali Nuccio Azzarà, Nicola Simone e Franceco Politanò, che puntano il dito nei confronti del direttore sanitario dell’ospedale di Locri reo, a loro parere, di non adoperarsi affinché Ortopedia venga messa nelle condizioni di tornare a garantire livelli di assistenza adeguati alle esigenze del reparto. Davanti al “bollettino di guerra” giornaliero cui si aggiungono, ogni giorno, chiusure di reparti, il direttore sanitario Vincenzo Schirripa, non si è preoccupato di mettere in atto iniziative per fronteggiare l’emergenza. In servizio nel reparto dotato di 20 posti detto sono soltanto due medici dei quali uno con “limitazioni”, e non possono garantire la normale attività del reparto, tant’è che esso è ormai ridotto alla sola attività ambulatoriale.La Uil-Fpl evidenza che la situazione è aggravata dal fatto che anche l’ Ortopedia di Melito Porto Salvo, del quale Schirripa è il dirigente responsabile  funziona alla stregua di quella di Locri.

I Segretari chiedono al direttore sanitario di “provvedere all’immediata assunzione di almeno quattro ortopedici.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.