STIGNANO: ORDINANZA SINDACALE URGENTE IN MATERIA DI SERVIZI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI RELATIVI ALLE CONTRADE DELLA ZONA MARINA

261

COMUNE DI STIGNANO
89040 – PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA
VIA ROMA, 9 TEL. 0964 7721.21/772004 FAX. 0964 772478
info@comunestignano.it
www. cotaunejjnano.it
PROT. N. – RECÌ. ORD. 08/2016 28.07.20 16
IL SINDACO

EMESSO
– che questo Comune sta provvedendo ad avviare il servizio di Raccolta Differenziata concepito con il metodo del “porta a porta” e sono già state distribuite le attrezzature agli utenti;
– che in precedenza il servizio era strutturato sulla raccolta stradale della indifferenziata che veniva conferita da parte degli utenti nei cassonetti ubicati presso gli appositi punti di raccolta;
– che in particolare nella Zona Marina (specie SS. 106) i posti di raccolta risultano invasi di materiali anche impropri e nella giornata di ieri 27.07.2016 si è provveduto a selezionare e smaltire la parte costituente “rifiuti ingombranti” al fine di addivenire alla totale bonifica dci sui;
– che tale fenomeno risulta particolarmente accentuato in detta parte del territorio ove, nonostante il limitato numero di utenti residenziali da servire, appare evidente l’abituale conferimento da parte di avventori non autorizzati provenienti da fuori territorio;
– che tale situazione, oltre a generare effetti di immagine degradanti con negativa ricaduta mediatica per il territorio,
rappresenta un evidente stato di precarietà ambientale con possibili pregiudizi sanitari per gli abitanti dell’area e con l’effetto moltiplicatore prodotto dalla tendenza ad aggiungere materiali in luoghi già compromessi;
– che il servizio è in atto complessivamente garantito in parte con la utilizzazione diretta di mezzi e personale proprio dell’Ente ed in parte con l’apporto di servizio della Società partecipata pubblica “Locride Ambiente” S.p.A. e, ciononostante, anche per la carenza di sistemi di videosorveglianza non si riesce a fronteggiare la tendenza degenerativa sopra descritta;
– che non si reputa più tollerabile detta situazione che determina grave rischio alla salute pubblica ed alla salubrità dell’ambiente, sia in termini di possibile cattivo odore, sia per l’annidamento nelle adiacenze dei siti pregiudicati di topi ed insetti;

DATO ATTO che per la raccolta del rifiuti ingombranti l’Ente predispone appositi servizi periodici, provvede anche al prelevamento presso il domicilio e che la cittadinanza corrisponde con adeguata collaborazione in tali circostanze, salvo quanto avvenuto il 20.07.20 16 a seguito di un impedimento improvviso da parte dell’azienda incaricata fornitrice dei
cassoni, cui è seguita attività di abbandono di “ingombranti” presso detti siti da parte di ignoti;

RITENUTO di adottare gli opportuni, indispensabili ed efficaci rimedi per ovviare immediatamente detta situazione;

VISTO l’art. 50 del TUEL. dì cui al D [gs. ri 267/2000 che riconosce al Sindaco il potere (li emissione delle ordinanze contingibili ed urgenti in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica,

VISTO l’art. 191 del I). Lp. 03.04.2006, n. 152, a norma del quale, fatto salvo quanto previsto dalle disposizioni vigenti in materia di tutela ambientale e sanitaria e dì pubblica sicurezza, qualora ai verificano situazioni di eccezionale ed Ingente necessità di tutela della salute pubblica e dell’ambiente e non si possa altrimenti provvedere, il Sindaco può emettere ordinanze contingibili ed urgenti per consentire il ricorso anche a speciali forme di gestione dei rifiuti, in deroga alle disposizioni vigenti, garantendo un elevato livello della tutela della salute e dell’ambiente;

CONSIDERATO che I’art 192 dcl medesimo 1). Lgs. a. 15212006 stabilisce che l’abbandono ed il deposito incontrollati di rifiuti sul suolo e nl suolo sono vietati;

EVIDENZIATO che l’abbandono o il deposito di rifiuti comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria che varia da un minimo di € 300,00 ad un massimo di € 3.000,00;

RIBADITE le necessità contingibili ed urgenti volte alla tutela della salute ed igiene pubblica e dell’ambiente;

ORDINA
– Che si provveda alla rimozione di tutti i cumuli di rifiuti sparsi nelle Zone Favaco —Sala —Marina ed eventuali altri punti individuati nel territorio comunale da subito e sino al ripristino e protezione totale dello stato dei luoghi.
– Alla rimozione dei cassonetti di raccolta stradale già allocati in dette Contrade
con installazione nei siti di appositi segnali di intimazione e divieto di deposito rifiuti.

DISPONE l’attivazione, con il personale ed i mezzi propri dell’Ente del prelevamento a
domicilio dei rifiuti ordinari, previa distribuzione a cura dell’Ente di appositi sacchetti agli utenti.

DEMANDA
Ai Responsabili Capi Area competenti l’adozione di ogni atto di gestione occorrente per
l’attuazione del provvedimento ed a tutti gli operatori di Polizia operanti nei territorio l’azione di
sorveglianza e repressione con l’avvertenza che coloro che dovessero trasgredire a quanto disposto
saramio perseguiti a norma di legge ed incorreranno anche nel reato di cui all’arI. 650 del codice
penale.

DISPONE
Che il presente provvedimento:
– Sia pubblicato all’Albo Pretorio ed aflisso in copia nel territorio comunale con particolare riguardo alle aree ed siti interessati al fenomeno degenerativo;
– Sia trasmesso al Signor Prefetto U.T.G. di Reggio Calabria ed all’Ufficio Rifiuti della Regione Calabria.

Stignano, 28.07.20 16
Francesco Candia

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.