Lun. Mag 17th, 2021

“Reggio non ha mai venduto grano”.
Il noto detto sembra proprio calzare a pennello, su quanto
sta accadendo per la già nota vicenda dell’attivazione della
sede distaccata stagionale di Monasterace. Qualche giorno fa,
infatti, a seguito della riunione svoltasi presso la Direzione
Regionale VF Calabria di Catanzaro, fortemente voluta da
questa Organizzazione Sindacale, alla presenza del Direttore
Regionale Ing. Claudio De Angelis, dei Comandanti Provinciali
e delle varie Organizzazioni Sindacali, è emersa la volontà di
quasi tutti i Comandi Provinciali della Regione, di attivare i
presidi stagionali, fondamentali per aumentare, almeno nei
mesi estivi, la sicurezza del territorio. Purtroppo,
sembrerebbe, con grande rammarico e preoccupazione per la
sicurezza pubblica, che tra questi non rientri la sede
distaccata di Monasterace, poiché le risorse derivanti
Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione
Segreteria Provinciale Vigili del Fuoco
dai risparmi di gestione che servirebbero all’attivazione
della sede in questione, saranno utilizzate per altre attività
di soccorso…”, quindi il tutto legato ad una gestione di
economie.
A tal proposito, ci si chiede quale strategia sia stata
messa in atto al fine di garantire un’adeguata sicurezza del
territorio reggino, visto che la politica gestionale dei fondi
economici del resto dei Comandi provinciali della regione
Calabria, permetterà loro l’apertura delle sedi distaccate
stagionali, che garantiranno, in quei territori a rischio, una
maggiore sicurezza della popolazione.
Questa Organizzazione Sindacale, che si batte da tempo per
tutelare sia la sicurezza dei cittadini che quella dei
lavoratori che rappresenta, ha più volte ribadito, anche
durante l’ultima riunione regionale, che non intende subire
discriminazione alcuna, ritenendo di fondamentale importanza
l’attivazione della sede stagionale nella cittadina di
Monasterace.
Tale priorità nasce non solo dall’esigenza di fornire una
maggiore sicurezza per i lavoratori VVF, ma anche e
soprattutto, per garantire un presidio atto a rispondere
immediatamente alle necessità di un territorio che subisce un
notevole aumento della popolazione durante la stagione estiva
Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione
Segreteria Provinciale Vigili del Fuoco
con il riversarsi di migliaia di vacanzieri in tutto il bacino
dell’alto Jonio reggino, con un conseguente aumento del
rischio correlato al maggiore flusso di transito.
Ad influire su tale condizione, anche l’esigua convenzione
per la campagna AIB (Anti Incendio Boschivo) stipulata tra i
VVF e la Regione Calabria, che vedrà la presenza di una sola
squadra addetta alla lotta AIB, su tutto il territorio regino
e dislocata presso il Comando di Reggio.
Questa Segreteria, come più volte ribadito, non può
assolutamente accettare che tale discriminazione porti il
Comando di Reggio Calabria alla mancata attivazione di una
sede stagionale di primaria importanza, reputando, la scelta
della locale amministrazione VF, rischiosa per la sicurezza
dei cittadini e dei lavoratori.
Per tutto ciò annuncia la proclamazione dello stato di
agitazione del personale operativo, nella convinzione che la
sicurezza della provincia di Reggio Calabria debba essere
allineata a quella delle altre province calabresi e che
l’apertura, per adesso stagionale, della sede di Monasterace,
possa essere il giusto impulso per l’attivazione definitiva
della stessa.
Il Responsabile delle relazioni esterne
UILPA Vigili del Fuoco Calabria
Fabio Maragucci

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.