Dom. Mag 16th, 2021

 

La giornalista toscana ha presentato la sua opera prima col patrocinio di Sporting Locri

Ha scelto l’incantevole scenario del Cactus Club di Locri, Sara Ficocelli, giornalista di Repubblica, come seconda tappa calabrese del booktour de La vita nascosta, il suo romanzo d’esordio, per l’occasione col patrocinio dello Sporting Locri.  La vita nascosta, inserito nella collezione “Cattive Strade” della casa editrice pisana MdS, scova l’anima più torbida di Roma, lontana da quella che ci ha fatto conoscere Sorrentino nella “Grande bellezza”, e su di essa costruisce un noir che ci riporta ai temi cupi di Almodovar. Iris, Aneta, Roberto, i personaggi di questo noir, restano sospesi per tutto il libro tra il bene e il male, e la prima impressione non è mai quella giusta; vivono le loro vite sul filo di un rasoio fatto soprattutto di speranze, per farci capire che anche chi è considerato “ai margini” aspira, infondo, ad una vita normale. Ad arricchire il libro anche i continui cambi di stile, di lingue e dialetti, tutto allo scopo di rendere più realistica la narrazione e catapultare ancora di più il lettore in una storia che affronterà guardandosi dentro, violando quel personale confine tra il bene e il male che contraddistingue ognuno di noi.   In definitiva, La vita nascosta è un romanzo all’insegna del coraggio, come quello che ci ha mostrato l’autrice, ardita nello scavare il salotto buono della capitale, come quello che fanno vedere i personaggi, che pagina dopo pagina superano i propri limiti scoprendosi ogni volta persone nuove, e infine, come quello fatto vedere dalle nostre ragazze, che contro tutto e tutti hanno portato avanti le proprie idee, la propria passione continuando ad indossare le scarpette per inseguire il proprio sogno.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.