GIOVEDI’ SERA AL TEATRO AL CASTELLO I “FIGLI DI CALABRIA” PRESENTANO IL LORO ULTIMO DISCO

465

La famosa band de “I figli di Calabria” ritorna stasera in scena al Teatro al Castello per presentare il suo ultimo lavoro discografico, un doppio cd contenente il loro “Il meglio” di tantissimi anni di carriera.

Il gruppo  per anni ha riscosso incredibili successi in Calabria ed esportato la musica e le canzoni popolare in tutto il mondo.

Dopo qualche anno di pausa, nel 2013 è avvenuta la “reunion” con la pubblicazione del disco dal titolo “Cantu”, dedicato al maestro Vito Maida primo fondatore del gruppo e al percussionista Olindo Laganà.

Il disco del ri-esordio, contenente 12 pezzi di cui 7 inediti, 2 strumentali suonati con maestrìa con la fisarmonica midì dal maestro Angelo Laganà e 3 successi del passato, ha rinverdito la loro musica e dato nuova linfa  ed entusiasmo al glorioso gruppo che negli anni ’80 affollava le piazze calabresi e italiane in lungo e in largo, acclamati per il loro sound allegro, con musiche e testi che entravano dritte nel cuore della gente perchè affrontavano le tematiche sociali del tempo, dando voce alle persone più “deboli”.

La prima fondazione de “I figli di Calabria” risale al 1972 quando i tre fratelli Pietro, Giacomo e Giovanni Matacena di Soverato, ai quali si aggiunse subito Pietro Cilurzo, mettono insieme la loro passione per la musica e danno vita al gruppo di musica leggera “Benjamin”.

Un anno dopo con l’ingresso “in squadra” del poeta e compositore Vito Maida, il gruppo ha una sterzata e decide di passare alla musica popolare adottando il nome di “Figli di Calabria”.

E’ nel 1975 che si unisce il fisarmonicista Angelo Laganà che nel frattempo continuava a collaborare con Mino Reitano componendo diverse canzoni di successo del grande Mino.

E’ con questa formazione che “I Figli di Calabria” spopolano nelle piazze, compongono tre Lp e sbancano lunario in America. A Toronto si fermano più di un mese per una serie di concerti di strepitoso successo. Memorabile la loro esibizione, assieme a Nico Fidenco e agli Homo Sapiens, all’Isola di Toronto davanti a 250 mila persone.

Nel 1994, dopo tanti successi e soddisfazioni, il gruppo volge l’attenzione verso altri progetti e ogni componente inizia a percorrere nuove strade.

A distanza di quasi vent’anni, i fratelli Matacena assieme ad Angelo Laganà e Pietro Cilurzo decidono di rivedersi e riprovarci e, con l’innesto di nuovi elementi e nuovi strumenti, ricominciano questa nuova avventura.

Ritornano quindi sulle scene come detto nel 2013 ed il tempo sembra non si sia mai fermato.. Tre anni di concerti e il raggiungimento della finale del Premio”Mia Martini”.

Si ricomncia con il cd “Cantu” ed oggi si continua con il doppio cd “Il meglio de figli di Calabria”, un disco dedicato a San Francesco da Paola,  con 22 melodie dai ritmi allegri, molto  orecchiabile, tutto da ascoltare, riascoltare, canticchiare e ballare: delle rime azzeccate ed arrangiamenti curati nei minimi dettagli.

E stasera 11 Agosto i “Figli di Calabria” saranno ospiti del varietà “Miss sotto le stelle, miss bandiera blu, un volto per Telemia”, e presenteranno il loro nuovo lavoro discografico deliziando la platea del Teatro al Castello con le loro originali e piacevolissime creazioni di musica popolare calabrese.

(fonte: Roccella Siamo (anche) noi)
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.