LOCRI: “CAMERA CIVILE  TOMMASO GIUSTI”

455

 

Con vivo compiacimento la Camera Civile di Locri apprende la notizia, resa giorni addietro dal Sindaco di Locri  relativa alla riapertura del cantiere per il completamento del Tribunale di Locri.

Crediamo sia giusto sottolineare che l’opera, non più rinviabile,  rappresenti ormai per il territorio una necessità attese le gravissime deficienze logistiche nelle quali, da anni, tutti gli Avvocati della Locride,  sono obbligati ad operare.

Con particolare riferimento alla giustizia civile, la situazione  operativa  inerente lo svolgimento delle udienze è da tempo ormai al collasso a causa della cronica situazione nella quale gli avvocati civilisti sono obbligati ad operare; aule inefficienti  ed incapienti ove  la disfunzione logistica incide pesantemente sulle condizioni di sicurezza nelle quali dovrebbe svolgersi un’udienza.

Locri ha assunto negli anni il ruolo di luogo simbolo dell’azione dello Stato diretta alla riaffermazione della legalità; una produttività ottimale del settore Giustizia richiede l’esistenza di strutture adeguate e funzionali secondo i più recenti criteri di organizzazione dei servizi e compatibili con i più moderni strumenti, anche informatici, di erogazione degli stessi.

Il completamento del Palazzo di Giustizia in un luogo-simbolo ed il previsto ampliamento dell’organico del Tribunale costituiscono segnali importanti dell’attenzione degli Organi centrali dello Stato per questo territorio,  rappresentano dunque un riconoscimento della centralità della Locride.

Lo spirito di sacrificio di magistrati, funzionari e avvocati ha consentito e sta consentendo, in tutti questi anni, l’esercizio della giurisdizione in condizioni strutturali del tutto inidonee: è compito, adesso, degli organismi rappresentativi delle categorie interessate e di tutto il territorio di vigilare affinché il Palazzo di Giustizia di Locri sia rapidamente completato e gli organici degli Uffici giudiziari circondariali e distrettuali siano effettivamente aumentati (in misura maggiore di quella prevista dal progetto ministeriale) in tempi brevi e di tenere informata costantemente l’opinione pubblica nazionale e regionale sull’evoluzione della situazione.

Si riscontrano dunque dati che si allineano alle tematiche da sempre  attenzionate dal  Direttivo ed  Associati tutti  della Camera Civile “Giusti” di Locri;  tematiche  peraltro  poste e  valutate in un recente incontro Istituzionale tenutosi presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Locri tra la Presidente dell’Unione Nazionale Camere Civili Avv. Laura Jannotta  ed il Presidente del Tribunale di Locri Dott. Rodolfo Palermo in occasione del convegno dello scorso 1 giugno   organizzato dalla Camera Civile di Locri, Camera Penale 1989 e Camera  degli Avvocati Amministrativisti di Reggio Calabria, durante il quale  la Presidente Jannotta  ha avuto modo di evidenziare,  senza esitazioni,   la posizione  di assoluta contrarietà assunta  dalla Giunta dell’ Unione Nazionale,  al disegno di riforma  della c.d “Geografia Giudiziaria” che porrebbe a serio rischio   per la provincia di Reggio Calabria  il mantenimento della sede di Corte d’Appello di Reggio Calabria e  quella di  altro Tribunale della Provincia.

Dunque, la positiva conclusione di questo iter travagliato,  che ha investito negli anni la realizzazione del nuovo Palazzo di Giustizia di Locri,  i deliberati aumenti di organico unitamente agli eccellenti standard di produttività  e qualità delle questioni trattate, costituiscono  davvero un segnale positivo per l’Avvocatura  Locridea  da sempre attenta ad evitare e  contestare  anche timidi ma chiari tentativi all’ennesima spoliazione del territorio  in  danno di cittadini ,  professionisti e, ancor più,  sicuramente a scapito della qualità della Giustizia Civile e Penale.

 

Locri, l6 agosto 2016.

Camera Civile Locri – Avv.- Pasquale Sansalone – Presidente

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.