Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Locride avvolta dalle fiamme – aggiornamenti –

194

E’ da stamattina che i canadair cercano di sedare il vasto incendio che ha colpito le zone di Merici di Locri, Antonimina , Gerace, Agnana, Canolo, Grotteria, Siderno Superiore, Gioiosa Jonica e Roccella Jonica in contrada Bosco Catalano dove si sono sviluppati  vasti focolai. Bruciano le montagne della locride con ettari di terreno in fiamme, alimentando di fatto l’alta temperatura che si registra anche sulla costa in queste ore. Alla base  sicuramente le mani di piromani, che hanno provocato non solo danni alla vegetazione ma grande rischio della vita umana. I focolai sono stati alimentati dal vento che ha contribuito al propagarsi delle fiamme specie nelle ore pomeridiane e serali. L’incendio ha portato ad un innalzamento delle temperature  che da qualche giorno si registrano in tutta l’area dello Jonio Meridionale Calabrese.  Le Forze dell’ordine, in particolare Carabinieri, Polizia e Polizia Municipale sono in allerta, soprattutto per la tutela delle fasce più deboli come bambini ed anziani, che a causa delle alte temperature di queste ore, con picchi intorno ai 42 gradi, potrebbero avvertire dei malori. Da stamane all’opera, oltre a due canadair che hanno volato per tutto il giorno, numerose squadre dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Siderno e Bianco coadiuvate dagli uomini del corpo Forestale dello Stato, dalla Protezione Civile regionale e dagli operai forestali che in queste ore stanno combattendo contro le alte fiamme. La situazione, comunque, al momento sembra ritornata sotto controllo, non si registrano danni ad abitazioni, se non che a piccole strutture rurali, solo qualcuno nell’azione di spegnere le fiamme è rimasto lievemente intossicato dal fumo.

Maria Teresa Criniti

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.