NESSUNA ASSISTENZA AI TOSSICODIPENDENTI PER LE CARCERI DI LOCRI E PALMI

276

La Regione avrebbe erogato all’Azienda Sanitaria provinciale di Reggio Calabria 261.221,49 euro per garantire l’assistenza sanitaria ai detenuti tossicodipendenti, eppure da questi fondi e soprattutto da tale servizio sarebbero state escluse le carceri di Locri e di Palmi.
Le reazioni non sono tardate ad arrivare, i segretari provinciali della Uil-Fpl Nuccio Azzarà, Nicola Simone e Francesco Politanò hanno lanciato l’allarme mediante una nota inviata al commissario dell’Asp reggina, Giacomino Brancati, al collegio sindacale dell’Azienda, al Presidente della Regione Mario Oliverio, al commissario per il Piano di rientro Massimo Scura, nonchè al Presidente nazionale dell’Anticorruzione Raffaele Cantone e ad altri illustri esponenti.
I dirigenti chiedono l’annullamento della deliberazione n. 275 che avrebbe rimodulato e formalizzato una sperimentazione aziendale, in quanto continuano ad affermare che quei 260 mila euro erano stati erogati dal 2008 al 2012 per l’assistenza sanitaria ai tossicodipendenti e non per l’avvio di tale progetto.
Se questo corrisponde al vero c’è l’ipotesi che siano state violate delle norme sulla trasparenza dal momento della mancata pubblicazione sul sito aziendale degli elementi fondanti del progetto sperimentale.
Secondo la segreteria Uil-Fpl il vertice dell’Asp non avrebbe mai fornito alle rappresentanze informazioni o altro a chiarimento della mancata erogazione dei fondi.
Nonostate tutte le liti nè Locri e nè Palmi hanno goduto del servizio che in origine era stato loro promesso.

SARA FAZZARI

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.