Platì prova a puntare sul pane ‘vogliamo il marchio De.co.’

367

“Il riscatto sociale del paese passa anche attraverso lo sviluppo economico e la commercializzazione del pane”, questo quello che afferma il Sindaco Rosario Sergi.

 

L’idea del Sindaco è quella di lanciare De.co., ovvero la denominazione comunale di origine, un marchio che sarà utilizzato da tutti coloro che sottoscriveranno questo protocollo per la panificazione.

Una scelta davvero importante e ampliamente voluta dal territorio, e per certi versi quasi necessaria per valorizzare un bene.

De.co. è un marchio che vuole essere un certificato del prodotto, indice di qualità e tradizione della città di Platì, infatti, ha affermato il Sindaco, il pane di Platì se opportunamente valorizzato da un brand che ne lega l’origine al territorio, può diventare fattore di attrazione dell’intero comprensorio ed elemento di riscoperta di tradizioni culinarie.

Anche il Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, il professore Giuseppe Bombino, e l’agronomo Rosario Previtera esperto di sviluppo locale e marketing territoriale, già promotore di vari progetti sulle De.c.o. in Calabria, hanno affermato: “Siamo convinti che il riscatto sociale di un territorio passi dallo sviluppo locale. Il vasto territorio aspromontano e di Platì in particolare, non può prescindere dallo sviluppo dell’agricoltura e dell’economia locale”.

 

Carlotta Tomaselli

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.