Calcio – Coppa Italia Dilettanti, il Gioiosa fa la voce grossa. Caulonia costretto alla resa.

277

Albanese, Mesiti e Commisso in rete per gli ospiti. Adesso la sfida decisiva contro il Siderno vale il passaggio del turno

Vincono gli ospiti del presidente Pasquale Gatto ma il Caulonia – che per il terzo anno consecutivo attende che siano portati a termine i lavori riqualificazione del “Dicone” di località Marmorè – lascia il “Ninetto Muscolo” di Roccella Jonica a testa alta. Se il risultato finale avesse sancito la spartizione della posta in palio i biancorossi del Gioiosa  non avrebbero avuto granché da recriminare. Sul 2 a 1 il bomber Scuteri aveva realizzato il gol del pareggio, il direttore di gara ha inspiegabilmente annullato, fischiando con notevole ritardo, dopo che la palla era finita alle spalle di Primerano, un presunto fallo di gioco ai danni di un calciatori ospite. Un gol annullato che è costata l’espulsione del trainer Caridi per proteste nei confronti dell’arbitro. La terza rete, poi, realizzata da Commisso, ai più è sembrata viziata da fuori gioco. La gara, affrontata da entrambi le compagini sempre a viso aperto, è stata comunque corretta e non priva di emozioni. Sicuramente ha offerto buoni spunti di valutazione agli allenatori, in vista del campionato che ormai imminente. I biancoamaranto, ieri in casacca gialla, hanno mandato in campo ben giovanissimi esordienti, cinque di scuola Cspr: Leuzzi, Mazzaferro, Teti, Commisso e Coluccio, e uno Barranca, di scuola roccellese. Il primo tiro insidioso è stato di Martino, al 18′, che ha costretto a terra il portiere ospite. Tre minuti più tardi è stato bravo Leuzzi a sventare un’incursione degli ospiti e al 22′ Primerano ha superato se stesso neutralizzando un colpo di testa di Coluccio. Al 37′ Marco Albanese ha trovato l’angolino basso alla destra di Leuzzi che non ha potuto far nulla. Al 52′ Barranca ha sfiorato il pareggio calciando di pochissimo a lato. La seconda marcatura, è stata opera di Mesiti, che messo a frutto una palla non trattenuta da Leuzzi. Il portiere di casa, comunque, è bravissimo poi a rimediare, al 20′ e al 26′, prima sullo stesso Mesiti e poi su una punizione di Loccisano. I padroni di casa hanno accorciato le distanze con un rigore concesso per atterramento di Scuteri. L’ultima occasione per rimettere in discussione il risultato, prima della rete finale è stata proprio di Scuteri che al 93′ ha incredibilmente calciato alta una palla quanto mai ghiotta.

CAULONIA-GIOIOSA 1-3

Marcatori: 37′ Marco Albanese, 54′ Mesiti, 77′ Martino (R), 94′ Commisso.

Caulonia: Leuzzi, Agostino, Mazzaferro (74′ Cimino), Vitetta, Crupi, Teti, Commisso, Barranca, Coluccio (59′ Scuteri), Murdocco (57′ Cavallaro), Martino. All.: Luigi Caridi.

Gioiosa: Primerano, Albanese Danilo (29′ Catalano), Lucà, Loccisano, Cuscunà (57′ Gargano), Laganà, Fuda, Mesiti (75′ Albanese Anthony), Fiumara, Albanese Marco. All.: Gaetano Mazzone.

Arbitro: Maltese di Soverato. Assistenti: Petruzza e Sacco di Catanzaro.

(fonte Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.