Calcio – Esordio amaro per il Cosenza, battuto in casa dal Taranto

244

COSENZA-TARANTO  0-1

COSENZA (4-4-1-1): Perina 6; Corsi 6 Tedeschi 5,5 Blondett 5,5 Pinna 5,5; D’Anna 6 (11’st Criaco 6) Capece 6 (16′ st Cavallaro 5,5) Caccetta 6 Statella 5,5; Mungo 6 (31′ st Appiah 5,5); Gambino 5,5. In panchina: Saracco, Meroni, Bilotta, Stranges, Ranieri, Madrigali. Allenatore: Roselli 6

TARANTO (3-5-2): Maurantonio 7; Altobello 6 Stendardo 6,5 Pambianchi 6; De Giorgi 6 Bollino 7 (25′ st Paolucci 6) Lo Sicco 6,5 Nigro 6 (38′ st Balzano sv) Garcia 6; Balistreri 6 Magnaghi 6 (22′ st Viola 6). In panchina: Pizzaleo, Potenza, Sampietro, De Salve, Albanese, Langellotti, Cedric, Bobb. Allenatore: Papagni 6,5

ARBITRO: Perotti di Legnano 6

MARCATORI: 14′ st Bollino (T)

NOTE: spettatori 4997 di cui 525 abbonati, una ventina gli ospiti. Ammoniti: Corsi (C), Pinna (C). Angoli: 6 a 5 per il Taranto. Recupero: 1′ pt, 3′ st

 

COSENZA – Esordio amaro in notturna al Marulla per la squadra di Cosenza - Taranto (Ph. Farina)Giorgio Roselli dopo la trasferta vinta a Catanzaro. La formazione silana, dopo un buon primo tempo, cala fisicamente ed esce con le ossa rotta in casa. A decidere l’incontro un tiro dai 25 metri di Bollino. Il mister del Cosenza non modifica lo scacchiere della propria squadra e consolida il suo 4-4-1-1 con Gambino come unica punta. Rientra Capece dal primo minuto mentre il centravanti Baclet è l’unico indisponibile per la formazione silana. Il Taranto, invece, si schiera con il 3-5-2 e propone in avanti il duo composto da Balistrieri e Bollino. Il neo acquisto pugliese Alessio Viola si accomoda in panchina.

Ospiti subito propositivi in ottica offensiva, Cosenza in fase di studio (foto Francesco Farina). La prima occasione è di marca tarantina  al 7′ con Balistreri che prova a superare Perina con un colpo di testa: l’estremo difensore rossoblù blocca senza particolari problemi. Occasione del Cosenza al 12′ con Gambino che ci prova di testa ma la sfera termina fuori. Dopo i primi 15 minuti di gioco, la partita viaggia con il Taranto abbastanza pericoloso nella fase di contropiede mentre il Cosenza si propone maggiormente in avanti sulla corsia destra con Corsi e D’Anna: la partita, al momento, risulta equilibrata. La squadra silana sfiora il vantaggio con un’azione di contropiede iniziata da Statella e conclusasi con un tiro verso la porta da parte di D’Anna al 38′. Dopo sessanta secondi di recupero le squadre si recano negli spogliatoi.

Nessun cambio per entrambe le formazioni all’inizio della seconda frazione di gioco. Al minuto 11 della ripresa Roselli opta per il primo cambio: entra Criaco ed esce D’Anna. Sugli sviluppi del successivo calcio piazzato Caccetta manda la palla in rete ma il guardalinee ferma tutto per una sospetta posizione di fuorigioco. Dopo 180 secondi, un gran tiro a giro di Bollino, dalla destra del rettangolo di gioco, si infila alle spalle di Perina: Taranto in vantaggio al Marulla. Il mister silano corre ai ripari e decide di effettuare la seconda sostituzione. Entra Cavallaro ed esce Capece: il Cosenza passa al 4-3-3 con il tridente formato da Statella, Gambino e il neo entrato Cavallaro. Il Cosenza spreca una clamorosa occasione con Gambino che davanti al portiere, da posizione defilata, calcia alto al 21′. Il Taranto, nel frattempo, mette in campo Viola al posto di Magnaghi. Papagni, dopo qualche minuto, inserisce Paolucci e manda in panchina Bollino. Ultimo cambio al 31′ per il Cosenza: esce Mungo ed entra Appiah. Il Taranto sfiora il bis con Balistreri: il suo tiro termina alto sopra la traversa. Maurantonio para un tiro ravvicinato di Caccetta al 36′: grande intervento del portiere pugliese che nega la gioia del pari ai tifosi di casa. Anche il Taranto effettua il suo ultimo cambio con l’ingresso di Balzano e l’uscita di Nigro. Dopo 180 secondi di recupero termina il match al Marulla: inizia con una sconfitta il campionato casalingo del Cosenza.

(fonte ottoetrenta.it)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.