Calcio Serie D – Il Rende si conferma bestia nera del Roccella

256

Il derby disputato al “Ninetto Muscolo” va ai biancorossi grazie a una rete per tempo di Fiore e Ferreira. Per i padroni di casa accorcia Buvelardi, nel finale doppio giallo a La Piana da poco in campo.

Rendesi ancora indigesti per la compagine del neo presidente Ugo Ascioti. Dopo la sconfitta subita domenica scorsa al “Lorenzon” nel secondo turno di Coppa Italia e il solo punto, in due gare, raccolto nel torneo scorso,  anche in questa stagione sportiva la squadra di Mister Trocini è riuscita, già alla prima giornata, a fare la voce grossa contro il Roccella. Con due messe a segno una nella prima frazione di gioco e l’altra nella ripresa, la formazione biancorossa è infatti riuscita a violare il “Ninetto Muscolo” e a portarsi a casa l’intera posta in palio.

Il successo, anche per via della prova tutt’altro che positiva dei padroni di casa (urgono, comunque, almeno 2-3 rinforzi in grado di dare qualità e quantità nei punti nevralgici del campo), è stato firmato dalle reti del centro centrocampista Fiore e dell’aitante e tecnico attaccante biancorosso Ferreira, una vera spina nel fianco per il pacchetto arretrato del Roccella.

A differenza del Roccella, apparso un po’ macchinoso, impreciso, incapace di creare profondità e con pochissimi punti di riferimento dalla trequarti in avanti, gli ospiti si sono mostrati un tantino più freschi e lucidi pure sul piano fisco, più precisi nei disimpegni e bravi, sin dalle prime battute di gioco, a chiudere tutti i varchi.

Nella prima frazione di gioco dopo un traversa scheggiata da Ferreira con un calcio di punizione e un colpo di testa del difensore roccellese Sorrentino finito di poco fuori, è stato il Rende a passare in vantaggio al minuto 24. Corner “tagliato” sul primo palo di Gigliotti e preciso inserimento di testa all’interno dell’area di porta, dopo il “buco” di Buongiorno (davvero incolore la sua prova complessiva), del capitano Fiore. La rete del vantaggio ha piegato ulteriormente le gambe ai padroni di casa tant’è che la squadra di Galati non è riuscita fino all’intervallo, tranne un tiro di Cordova di poco fuori dalla porta rendese, a rendersi pericolosa.

La ripresa si è aperta sempre con gli ospiti più in partita e quindi in grado di sfiorare pirma la marcatura, con un tiro dalla distanza del solito Ferreira, e, al minuto 60, di trafiggere per la seconda volta il portiere roccellese Mittica. A mettere a segno, con una gran conclusione dai 20 metri, la rete del 2-0 è stato il bravo attaccante straniero del Rende, Ferreira. Un siluro dalla distanza tanto preciso quanto balisticamente perfetto e fuori dalla portata dell’estremo difensore di casa.

La certezza, probabilmente, di aver ormai vinto la gara, ha però giocato un brutto scherzo agli ospiti tant’è che la stessa compagine biancorossa, al minuto 62, ha letteralmente regalato, a seguito di un pasticcio difensivo, la rete del 2-1 allo scaltro attaccante di casa Buvelardi. Nei restanti minuti il Roccella, ridotto anche in 10 per l’espulsione (doppia ammonizione)  del neo entrato La Piana, non è riuscito, nonostante un generoso forcing, a raddrizzare il risultato.

Il ds Curtale: “Ci siamo complicati la vita da soli”.

“Iniziare il campionato con una sconfitta non può che rammaricarci anche perché contro il Rende la squadra, come solitamente fa in particolare nelle partite giocate in casa, non ha disputato una buona prova, scivolando così parecchio il compito agli avversari. Siamo però solo alla prima giornata per cui, visto che il campionato è ancora lungo, mettiamoci subito dietro le spalle questa sconfitta e pensiamo a ripartire già da domenica prosisima visto che siamo attesi da un altro derby con la Palmese”. Amareggiato ma combattivo il direttore sporivo amaranto Cecco Curtale. Che ha aggiunto: “Anche se, ripeto, siamo ancora alla prima gara di campionato contro il Rende non ho visto neppure sul piano della condizione fisica un Roccella all’altezza della situazione. Contro i cosentini ci siamo complicati la vita da soli consentendo agli stessi ospiti, specie nella prima frazione di gioco, di sbloccare il risultato su una nostra disattenzione. Se il primo tempo fosse finito sullo 0-0, nella ripresa la gara, visto che le due squadre avrebbero rischiato ancora di meno, non avrebbe avuto alcun sussulto, terminato in parità. Al di là di questo, comunque, non siamo riusciti ad impensierire in modo particolare gli avversari. Ciò sta a significare che contro i cosentini più di qualcosa non ha funzionato al meglio. Ho visto, insomma, poca determinazione, una condizione fisica non al top e qualche giocatore, anche quelli solitamente con ruolo di leader e trascinatori di tutto il gruppo, sottotono e con le idee poco chiare”:

Roccella ancora protagonista sul mercato ? “Sì, certamente. In questi giorni cercheremo di far avere al mister Galati altri 2-3 giocatori di categoria”, ha concluso Curtale.

(fonte Gazzetta del Sud)

ROCCELLA-RENDE 1-2

Marcatori: 24′ pt Fiore, 15′ pt Ferreira, 17′ st Buvelardi.

Roccella: Mittica, Cordova, Mancino, Sorrentino, Minici, Coluccio, Crispo (16′ st La Piana), Khanfri (10′ st Buvelardi), Buongiorno, Laaribi, Luzi, (24′ st Sorgiovanni Marco). All.: Galati.

Rende: Puterio, Viteritti, Crispino, Boscaglia, Sanzone, Marchio, Gigliotti, Fiore (24′ st Piromallo), Ferreira (45′ st De Marco), Actis Gustavo (23′ st Benincasa), Serleti. All.: Trocini.

Arbitro: Maggio di Lodi.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.