IERI SERA A GIOIOSA JONICA AMATRICIANA PER AMATRICE

265

Si è svolta ieri nella bellissima Piazza V. Veneto di Gioiosa Jonica la raccolta fondi per il paese e la popolazione di Amatrice colpita dal terremoto del 24 agosto. L’iniziativa è stata della UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) della Provincia di Reggio Calabria della Presidente Giuseppina Ierace e dalla Pro Loco di Gioiosa Jonica del Presidente Nicodemo Vitetta ed i suoi collaboratori, con il Patrocinio del Comune di Gioiosa Jonica e la collaborazione -oltre che delle Pro Loco di vari paesi della Provincia- delle Associazioni della Consulta sotto indicate, nonchè da altre Associazioni di Gioiosa e di Siderno e alcuni cittadini del sociale. Ha condotto la serata Pino Gagliano. La parte musicale è stata garantita dai bravissimi ragazzi dell’Associazione InCanto. Gli organizzatori -come pure il primo cittadino Salvatore Fuda- sono rimasti soddisfatti dei risultati ottenuti. Senza voler discriminare i meriti di tutti, una citazione straordinaria e particolare -peraltro pubblicamente riconoscita dagli altri partecipanti- la merita la Comunità Capi del Gruppo AGESCI Gioiosa Jonica 1. Enzo Callà della Croce Viola ANPAS di Mammola ha testimoniato l’esperienza vissuta dal suo gruppo ad Amatrice in occasione del loro intervento di primo soccorso. Alle Associazioni ed alle persone che hanno dato la disponibilità ed hanno collaborato fattivamente va il ringraziamento della Consulta: è questa la strada giusta per alzare qualitativamente ed anche l’efficacia degli interventi della Consulta in occasione di questioni che riguardano i problemi di pubblico interesse e di carattere sociale ed umanitario. Fare rete reciproca, fare comunità, condividere concettualmente, culturalmente e materialmente le azioni che interessano la collettività è il principio fondamentale -la roccia unitaria- che deve muovere le azioni e la partecipazioni di chi è iscritto nella Consulta. Francamente dispiace per chi non ha partecipato. Significa che ancora dobbiamo lavorare tanto sotto questo aspetto perchè evidentemente -pur nel rispetto delle autonomia decisionale- è certo che ancora vi sono resistenze al collettivismo e che è duro superare la fase dell’ego, o del “ci pensano loro” o “non son fatti miei”, o “l’ha organizzata la Pro Loco e se la deve vedere la Pro Loco, a noi è mai venuto ad aiutarci nessuno, perchè dunque devo partecipare”, o ancora peggio stare alla larga volutamente o meno, per indifferenza: per qualsiasi Associazione o Comunità organizzata E’ LA COSA PEGGIORE CHE POSSA ESISTERE !.. Resta però il grande esempio di ieri: che bellezza, tutta quella gente lavorare come le formichine, in sorriso, armonia, gioia, fraternizzazione tra tantissime persone che mai prima si erano conosciute o che si rivedevano dopo tantissimo tempo; quei colori nello stand della lavorazione e distribuzione: divise azzurre dominanti, magliette rosse e bianche. I colori sono stati anche una caratteristica che ha dato tanta luminosità e vivacità alla gara di solidarietà per i terremotati di Amatrice. A proposito: l’amatriciana è stata preparata e cucinata bene dai cucinieri della Comunità Agesci e gustata -anche con raddoppio- dai consumatori. Come pure buone erano le zeppole (di forma diversa di quella che classicamente conoscevamo) lavorate dalle altre Comunità. E molto ricco e variegato è stato il “paniere” portato dalle varie Pro Loco che era costituito da prodotti locali veramente speciali ed apprezzati.E’ questa la Comunità che vogliamo e che dobbiamo allargare sempre di più. Grazie, veramente grazie e grati a tutti i protagonisti, a quelli che hanno lavorato per offrire ottimi prodotti ed a quelli che acquistandoli hanno contribuito ad una giusta causa sociale ed umanitaria. Ovviamente, appena ci comunicheranno l’importo dei fondi raccolti ci facciamo carico di pubblicarlo. Ricordiamo che tutto l’incasso -senza togliere un solo euro per spese di qualsiasi genere- sarà consegnato al Sindaco di Amatrice o versato sul conto specifico che il Sindaco ha comunicato agli organizzatori. Elenco della Associazioni e delle persone che hanno dato il proprio supporto: – Associazione COMMATRE – Comunità MASCI – Associazione Cambii@Menti di Siderno – Amici di San Rocco – Comunità Capi del gruppo AGESCI Gioiosa Jonica 1 – Polisportiva 1990 – U.S. Gioiosa Jonica – Croce Viola-ANPAS Mammola (che hanno partecipato ai soccorsi ad Amatrice) – Associazione InCanto – RECOSOL-SPRAR Gioiosa Jonica – UNICEFGioiosa Jonica – Confraternita di Misericordia Gioiosa Jonica – Ass. Devoti della Madonna dell’Annunziata – L’Arte delle mani – Marianna Femia, Marilena Spanti, Giuseppe Coluccio.

Nota a cura di Vincenzo Logozzo Presidente Consulta delle Associazioni

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.