La presidente del Locri “Sette euro, la cifra è giusta per realizzare i nostri sogni”

279

Uno sfogo. Una costatazione. La sia può chiamare come si vuole, ma l’esternazione pubblicata sul proprio profilo Facebook da parte del presidente del Locri ha lasciato il segno. Antonella Modafferi ha voluto affronatare la questione relativa al prezzo del biglietto stabilito per le gare interne della squadra amaranto, fissato quest’anno in 7 euro. A conti fatti un prezzo “normale” sostanzialmente giusto per una società di Eccellenza che ha allestito un organico di spessore e che ha inteso rispettare le ambizioni della propria tifoseria.

“C’è qualcosa che mi turba mi ferma la gente per strada e mi dice che i miei soci ed io siamo forti, determinati, che stiamo facendo le cose per bene, che tutto il paese è con noi. Tutti sono contenti del ritorno del Locri in Eccellenza, tutti non vedono l’ora di assistere ad una partita di livello nel nostro paese”

Però “poi faccio un giro su facebook e leggo che 7 euro sono troppi. Chiacchiero con un pò di altre persone e mi dicono che c’è gente che entra al campo senza pagare”. E qui il presidente aggiunge: “Ma lo sapete cosa c’è dietro i 7 euro che pagate ? Gli stessi 7 euro che consumate in 10 minuti al bar con gli amici. Gli stessi 7 euro che considerate spiccioli e li lasciate in fondo ad una tasca e magari si son fatti pure un lavaggio in lavatrice”.

Con quei 7 euro “noi rimborsiamo le spese ai calciatori, agli allenatori, ai custodi del campo, ai magazzinieri e con quegli stessi 7 euro paghiamo anche tutto ciò che compriamo per l’AC Locri: pranzi dei calciatori, abbigliamento, palloni, materiale per l’allenamento, detersivo per lavare le divise e detersivi per i locali dello stadio, gesso per tracciare il campo, la frutta per il dopo allenamento, acqua, acqua, acqua…a litri, materiale pubblicitario”.

Ed ancora: “Poi ci paghiamo anche le tasse, i tesseramenti, le iscrizioni, le trasferte, gli autobus eccetera. Vedete che differenza ? Con gli stessi 7 euro con cui voi fate una colazione al bar noi manteniamo più di 30 persone”.

Antonella Modafferi, che in questa nuova avventura alla guida del Locri è accopagnata da tanti buoni propositi, prima di diventare il massimo esponente del club ha seguito la squadra da tifosa. E anche in tale veste, oltre che in quella di presidente, ha deciso di dare l’esempio, alla pari degli altri dirigenti. “Io domenica scorsa il biglietto l’ho comprato per prima. Come ho fatto sempre l’anno scorso. Ho voluto che al botteghino venisse staccato anche il mio di biglietto per sé e per i propri famigliari. Perché crediamo che 7 euro per vedere il nostro sogno realizzato si possiamo spendere. Grazie”.

Una riflessione, quella di Antonella Modafferi, che ha lasciato il segno, essendo stata condivisa da molti tifosi ed anche da diversi suoi colleghi, che hanno commentato positivamente il suo intervento.

(fonte Quotidiano del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.