Lega Pro – Sconfitta nel recupero per il Cosenza a Matera

198

MATERA-COSENZA  3-2

MATERA (3-4-3): Bifulco 6; Mattera 6 Ingrosso 6 De Franco 5,5; Di Lorenzo 6 Armellino 5,5 (22′ st Iannini 6) De Rose 6 Casoli 6; Carretta 6 (33′ st Louzada sv) Infantino 7 Strambelli 6 (23′ st Negro 7). In panchina: D’Egidio, Scognamillo, Piccinni, Armellini, Meola, Sartore, Gigli. Allenatore: Auteri 7

COSENZA (4-4-1-1): Perina 6; Blondett 5,5 Tedeschi 5,5 Madrigali 5,5 Pinna 6,5; Statella 5,5 Caccetta 6 Capece 5,5 Cavallaro 5,5 (30′ st Corsi sv); Mungo 6,5 (38′ st Appiah sv); Gambino 6. In panchina: Saracco, Meroni, Bilotta, Collocolo, Ranieri, Filippini. Allenatore: Roselli 6

ARBITRO: Pillitteri di Palermo 6

MARCATORI: 29′ pt Infantino (M), 3′ st Mungo (C), 7′ st Pinna (C), 25′, 48′ st Negro (M)

NOTE: spettatori 3000, 100 circa ospiti. Ammoniti: Mungo (C), De Rose (M). Angoli: 6 a 5 per il Matera. Recupero: 0′ pt, 4’st

MATERA – Sconfitta nel rush finale per il Cosenza che, nei minuti di recupero, viene beffato da un tiro di Negro con il “Franco Salerno” in festa (foto di repertorio). Impegno importante per la formazione di Giorgio Roselli quest’oggi allo stadio della città dei sassi. Novità in difesa rossoblù: Blondett si posiziona sulla fascia sinistra con Madrigali al centro della difesa al posto di Corsi. La squadra silana scende in campo con un 4-4-1-1 mentre il Matera dell’ex rossoblù De Rose si schiera con un 3-4-3. Il tridente d’attacco materano è composto da Carretta, Infantino e da Strambelli.

Al primo minuto di gioco arriva il tiro di Strambelli bloccato senza problemi dal portiere Perina: il Matera appare più pericoloso rispetto al Cosenza che ancora studia l’avversario. Carretta al 9′ intercetta un pallone perso da Blondett e prova a tirare ma la palla va in corner sulla respinta dell’estremo difensore rossoblù. Al 13′ Capece prova il tiro dalla distanza con la sfera che termina fuori di molto. Dopo sessanta secondi occasionissima del Cosenza con Gambino che, servito da un cross di Cavallaro, colpisce la sfera di testa in malo modo non centrando lo specchio della porta di Bifulco. Giorgio Roselli, in fase di non possesso, ordina ai suoi di schierarsi con un 4-5-1 con il solo Gambino a fungere da terminale offensivo. La squadra di Auteri passa in vantaggio al 29′ con una rete da posizione piuttosto defilata di Infantino che si stampa sulla parte bassa della rete ed entra in porta. La risposta del Cosenza arriva al minuto 32 con un tiro rasoterra del capitano Caccetta che, però, viene bloccato senza problemi dal portiere avversario. Infantino si divora il raddoppio, a tu per tu con Perina, spedendo il pallone alto quando l’orologio segna il 35′. Strambelli tira dai 25 metri ma il pallone termina alto al 40′. Nessun minuto di recupero: primo tempo piuttosto opaco da parte della formazione di Roselli.

Seconda frazione di gioco senza cambi. Al 2′ della ripresa Strambelli tenta la conclusione dalla distanza ma la palla sorvola alta. Nemmeno il tempo di far ripartire l’azione che il Cosenza pareggia i conti con Mungo che, dalla distanza, sfodera un tiro potente e batte Bifulco. Al 7′ Pinna manda in tilt la difesa del Matera e porta in vantaggio il Cosenza con un preciso tiro da fuori area dopo aver ricevuto l’assist vincente da parte del compagno Mungo. Infantino, il calciatore più pericoloso del Matera, tenta di riportare il match in parità al minuto 16 ma il suo tiro termina al lato. Dopo 120 secondi Cavallaro sfiora la marcatura con una conclusione smanacciata, non senza qualche difficoltà, dal portiere Bifulco. Doppio cambio del Matera al 22′: escono Armellino e Strambelli ed entrano Iannini e Negro. Il neo entrato Negro pareggia i conti con un tocco fortuito al 25′. Perina si supera su una conclusione di Negro al minuto 30. Subito dopo, arriva il primo cambio del Cosenza: esce Cavallaro ed entra Corsi con il mister Roselli che prova a difendere il pari posizionando il nuovo entrato come quarto di centrocampo. Ultimo cambio per il Matera al 33′ con l’ingresso di Louzada e l’uscita di Carretta. Seconda sostituzione per il Cosenza al minuto 38: esce Mungo ed entra Appiah. Infantino cicca clamorosamente la sfera davanti al portiere così fallendo la rete del sorpasso: occasione d’oro per il Matera. Iannini si rende pericoloso al 45′ con un colpo di testa: Perina si stende e blocca. L’arbitro decreta 4 minuti di recupero ma nei minuti finali arriva la beffa: Negro manda in rete la sfera ed il Cosenza esce sconfitto dal campo della città dei sassi

Roselli: «Sono soddisfatto dei miei ragazzi»

MATERA – Tempo di commenti nel post partita tra il Cosenza e il
Matera conclusasi con la sconfitta dei rossoblù proprio nei minuti finali. Il primo a parlare è stato il tecnico del Matera Gaetano Auteri: «La partita è stata vinta meritatamente. Abbiamo creato molto. Credo che il Cosenza sia una squadra solida e molto tosta da affrontare. Noi abbiamo messo in campo tanta qualità concedendo veramente poco. La mia squadra ha sicuramente commesso qualche errore ma, per fortuna, con l’ordine stabilito in campo, non ha mai perso la concetrazione e ha creduto fortemente nella vittoria».

Subito dopo ha parlato il mister del Cosenza Giorgio Roselli «Avevamo la possibilità durante i primi minuti del secondo tempo di chiudere la partita: il calcio, però, è questo. Sono molto soddisfatto dei miei ragazzi. Da quando sono a Cosenza credo che questa sia stata una delle migliore partite: dispiace solo per il risultato. La loro panchina è fatta per vincere il campionato. Possono contare su una rosa proprio come quella che hanno Lecce, Foggia e Catania: abbiamo obiettivi diversi ma resto il fatto che a mio avviso il Cosenza avrebbe meritato molto di più questa sera. Un match giocato al massimo delle nostre possibilità».

Domenico Mungo: «Peccato per la sconfitta. Eravamo riusciti a rimettere in sesto la partita. Loro sono stati fortunati sugli ultimi due goal. Sono contento di aver segnato questa sera anche se non è bastato per portare a casa qualche punto. Il primo tempo abbiamo avuto qualche occasione che non siamo riusciti a concretizzare, nel secondo tempo non siamo stati lucidissimi. Sono soddisfatto della prestazione di tutta la squadra».

(fonte ottoetrenta.it)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.