LOCRI: CRITICITA’ RICETTIVE AL LICEO ARTISTICO “P.PANETTA”

342

Scuola inadeguata – gli studenti con Disabilità ancora discriminati
Il primo giorno di scuola, accompagniamo Nicola sulla sua carrozzina e, giunti al Liceo Artistico “P. Panetta” di Locri, ci informano della sola assegnazione dell’Insegnante di sostegno alla classe. Tuttavia, non possono gestire lo studente con Disabilità, infatti non sono state istituite le condizioni previste dal piano educativo individualizzato che prevede: l’integrazione scolastica con una figura specializzata in psicologia, l’Assistente educativo o/e per l’autonomia e la comunicazione previsto dalla Legge 104, e una figura qualificata che si possa occupare dell’igiene personale dello studente come previsto dal CCNL comparto scuola. Infine manca il servizio di trasporto scuolabus che non si comprende se debba essere erogato dalla Provincia o dal Comune.
In conclusione, ancora una volta, grossi problemi privano uno Studente con Disabilità del diritto allo studio.
Un ragazzo come tanti, se adeguatamente incluso ed integrato può essere una risorsa ma evidentemente c’è chi la pensa diversamente.
Nessuna polemica ma è una triste realtà dove le persone con Disabilità non sono gradite.
Pertanto, i genitori si vedono costretti a manifestare fuori dal plesso scolastico con un Sit-In spontaneo e pacifico dove sono stati raggiunti, oltre che dagli amici, dalle forze dell’Ordine di cui la Polizia Locale di Locri e la Polizia di Stato con la Digos del Commissariato di Siderno che si sono recati a colloquio con la Dirigente scolastica per verificare le criticità anzidette e, gli è stato riferito che la questione potrebbe risolversi entro fine settembre, come dire la campanella suona sempre in tempi “diversi” tra studenti “normodotati” e studenti con Disabilità. Difatti nell’immediato, oltre a ciò, nulla possono fare per risolvere la situazione.
Infine abbiamo tentato con un vano giro di telefonate di contattare il Comune di Locri e alla Regione, siamo poi riusciti a contattare la responsabile del settore scolastico della Provincia di Reggio Calabria che, “sinceramente dispiaciuta” per l’inconveniente, non ha potuto dare alcuna garanzia di una soluzione immediata.
In conclusione, da domani torneremo a manifestare dinnanzi al Liceo tutti i giorni finché le condizioni ricettive idonee ai bisogni di Nicola non saranno adeguate al PEI con l’auspicio di un intervento immediato della Provincia, della Città Metropolitana, della Regione e chi di competenza possa intervenire per porre fine ad una questione vergognosa per tutta l’Italia.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.