Roccella, l’opposizione interroga il sindaco sulla agibilità delle scuole

306

La consigliere Vanessa Riitano, capogruppo di “Roccella Bene Comune” e in rappresentanza dei consiglieri Aldo Chiefari e Chiara Melocre, unitamente al consigliere Gabriele Alvaro, hanno richiesto all’Ufficio Tecnico del Comune di Roccella Jonica tutti i documenti attestanti i lavori che interesseranno l’edificio scolastico di via Trastevere iniziati lunedì 12 settembre, esattamente tre giorni prima dell’inizio dell’anno scolastico, proprio al termine della stagione estiva in cui l’edificio è rimasto chiuso per tre mesi.

Una situazione che, oltre a ritardare l’inizio dell’anno scolastico, sta  creando non pochi disagi e perplessità a studenti e famiglie in considerazione alla tenuta della struttura che dovrà accogliere gli studenti in via provvisoria.

Gli stessi consiglieri di cui sopra hanno quindi protocollato un’interrogazione chiedendo maggiori lumi al sindaco in merito allo struttura di via Carrera.

Ecco quanto richiesto dai Consiglieri al sindaco:

Venendo a conoscenza che a seguito dei lavori del plesso di via Trastevere, gli alunni della  scuola secondaria di primo grado verranno spostati nell’istituto di via Carrera, considerato che da diversi anni questo istituto è chiuso, dichiarato inagibile, tanto che gli alunni della scuola Primaria destinati in questa struttura da anni sono accolti in aule del plesso di XXV Aprile; e che dopo l’accoglienza, in emergenza, di gruppi di profughi in seguito a degli sbarchi, la struttura è stata nuovamente chiusa ed oggi versa in uno stato fatiscente, di sporcizia e degrado;

Si  chiede di conoscere se l’edificio di via Carrera risponde ai parametri di sicurezza richiesti per un Ente Scolastico, ossia abbia:

–          il certificato di agibilità statica;

–          il certificato di prevenzione incendi rilasciato dai Vigili del Fuoco;

–          certificato di agibilità scolastica;

–          certificato igienico-sanitario rilasciato dall’ASP;

–          impianti elettrici, antincendio, di aria primaria e ricircolo e di riscaldamento centralizzato a norma di legge;

–          uscite di emergenza antipanico;

–          vie di fuga segnalate in modo adeguato;

–          assenza di barriere architettoniche e accesso facilitato per disabili;

Si richiede quindi che vengano esibiti i certificati attestanti l’agibilità della suddetta struttura in maniera tale da garantire agli studenti un ambiente sicuro, protetto, in cui studiare in massima serenità e tutela.

 

I consiglieri Vanessa Riitano, Aldo Chiefari, Chiara Melcore e il consigliere Gabriele Alvaro.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.